04 Novembre 2019, 08.00
Roè Volciano
Percorsi

Yoga, movimento e inclusione. Il lavoro di Marco e Vanessa

di red.

Marco Ferrari dell’associazione Garda Yoga e Vanessa Gabusi raccontano del percorso che li vede collaborare con creatività nel raggiungimento di obiettivi importanti


Quando l’inclusione passa attraverso una disciplina come lo Yoga e si serve del movimento e della postura, i risultati possono essere davvero incoraggianti e il lavoro molto stimolante. È quanto ci ha raccontato Marco Ferrari dell’associazione sportiva Garda Yoga di Roè Volciano, che sta accompagnando Vanessa Gabusi in un percorso volto a “sbloccare” alcuni automatismi derivanti dalla sua patologia.

“Ho incontrato Vanessa in una serata di fine estate dedicata all’inclusione” racconta Marco. “La vedo, mi presento, le stringo la mano e subito la sua proposta: “Voglio venire a fare Yoga da te! Si può fare?”. La mia risposta, “di pancia”: “Certo!”

È iniziata così.


Nel primo dei dieci incontri abbiamo definito come obiettivi il respiro e la deambulazione e come strumenti lo Yoga, la ginnastica posturale e l’allenamento miofasciale.

È stato un lavoro a otto mani: le nostre, quelle di Nicole - la fisioterapista che la segue - e di Catia, l’assistente ad personam che la accompagna e che si è prestata a darci una mano.

Lavorare con Vanessa è stimolante, mai noioso e mi mette nella costante situazione di dover sperimentare, adattare, inventare, in quanto ciò che per me è scontato non lo è per lei.

L’espiro diventa un “calcio di Van Damme nell’addome (sì, Vanessa adora Van Damme… ), per mantenere la postura in appiombo abbiamo coinvolto Catia perché le mie mani non bastavano e ho adattato la stimolazione fasciale in base alla sua disabilità.

“Ho una disabilità importante dovuta a una paralisi celebrale infantile – racconta Vanessa - con problemi di postura, deambulazione e coordinazione: per la medicina non sono messa benissimo… Uno dei limiti più grossi è quello di non respirare correttamente nel momento in cui devo compiere un’azione che comporta la massima attenzione.

Marco mi sta conducendo in un mondo totalmente diverso dallo Yoga che avevo sperimentato in passato: prendo coscienza e lavoro sui miei punti deboli per sbloccare gli automatismi che per anni la patologia ha determinato.

Avere accanto Marco che mi guida nel prendere coscienza del mio respiro è un grosso aiuto.  C’è ancora molto lavoro da fare e tante cose che dobbiamo imparare reciprocamente, ma sono certa che la nostra collaborazione porterà grandi frutti: abbiamo entrambi una mente creativa e condividiamo l’idea che avere dei limiti debba essere una motivazione in più per trovare delle varianti alle soluzioni “canoniche”: questo è un punto a nostro favore.

Ringrazio Marco, Nicole e Catia che con la loro presenza e il loro aiuto mi stanno offrendo un’altra occasione per migliorare il mio stile di vita e la possibilità di raccontare una nuova esperienza”.



Vedi anche
05/09/2015 00:00

Sempre in salute con Garda Yoga Arriva l’autunno e con quello la possibilità di star bene con gli altri e con se stessi, seguendo uno dei corsi proposti da Garda Yoga, che ha sede a Barbarano di Salò

24/11/2019 15:01

Yoga per ridere Yoga per ridere
Per ridere, ma si fa sul serio. Il “Club di yoga della risata” è la proposta tutta bionese e tutta gratuita di Elena Amolini. Si comincia questo mercoledì

19/10/2018 08:00

Vanessa, testardaggine e coraggio Affetta da tetraparesi spastica, Vanessa Gabusi non si arrende alla propria disabilità e annuncia «Io farò il cammino di Santiago». Il progetto c'è gia e convolge gli "angeli" del Cai di Gavardo

07/08/2020 10:25

«Yoga by the lake» È l’iniziativa promossa dalla Pro loco di Anfo con lezioni gratuiti di yoga in riva al lago d’Idro per tutto il mese di agosto, grazie alle insegnanti dello Studio Yoga di Brescia

02/07/2018 09:40

Grande partecipazione a «Yoga per tutti» Hanno aderito in tanti all’iniziativa della Polisportiva vobarnese, che in occasione del suo 50° anniversario ha proposto un mini corso gratuito di yoga presso il Centro sportivo comunale di Vobarno



Altre da Roè Volciano
30/09/2020

Sul podio nel Campionato del mondo

Nelle prime due gare del GP di enduro, il pilota Valsabbino Matteo Pavoni si nuovamente distinto guadagnando due podi

25/09/2020

Sul monte Covolo tra pellegrini e viandanti

Questa domenica, 27 settembre, a Roè Volciano una camminata condotta da Sonia Piccoli per riscoprire il monte Covolo sulle orme degli antichi viandanti. Prenotazione obbligatoria

23/09/2020

Aderenza precaria

Ogni volta che piove di fresco succede: chi scende scivola, va dritto e sbatte contro chi sale. Questa volta senza feriti

18/09/2020

Omsi, maxi investimento da 30 milioni

Futuro in chiave 4.0 per la Omsi Trasmissioni, da due anni impegnata nel nuovo sito logistico e produttivo di Prevalle

18/09/2020

Al traguardo dei cento

Compie oggi cent'anni Giovanni Soncina, fondatore della Omsi trasmissioni. Una vita la sua ancora oggi dedicata al lavoro

13/09/2020

Istituto comprensivo di Vobarno, pronti a ripartire

Anche le scuole primarie di Vobarno e Roè Volciano sono pronte ad accogliere gli studenti per l'inizio del nuovo anno scolastico, nel rispetto delle normative vigenti e delle nuove prassi di sicurezza

10/09/2020

Il Trio di Lovere per Settembre d'Archi

Torna domenica a Roè Volciano per il quarto anno la rassegna dedicata alla musica da camera con un concerto presso la chiesa parrocchiale

09/09/2020

Un concerto per riportare l'allegria

Il Corpo Bandistico di Roè Volciano propone per questo sabato, 12 settembre, “Semplicemente... musica”, una serata musicale per ripartire insieme dopo l'emergenza

09/09/2020

Roè Volciano, la Scuola dell'Infanzia è pronta a ripartire

Nonostante le difficoltà i lavori alla struttura sono stati completati in tempo per l'inizio delle attività didattiche. A fine mese l'inaugurazione ufficiale

05/09/2020

90 candeline per zia Tina

Tanti auguri a Elisabetta Pelizzari, per tutti Tina, di Brescia ma originaria di Roè Volciano, che oggi, 5 settembre, spegne 90 candeline