Skin ADV
Sabato 20 Gennaio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    


MAGAZINE


LANDSCAPE


Salamandra

Salamandra

di Carla Dusi



18.01.2018 Vestone Valtrompia

19.01.2018 Odolo

19.01.2018 Salò Garda

18.01.2018 Valsabbia

18.01.2018 Valsabbia Provincia

18.01.2018 Gavardo

18.01.2018 Vobarno Valtenesi

18.01.2018 Gavardo

19.01.2018 Vallio Terme Valsabbia Garda Provincia

18.01.2018 Roè Volciano






05 Dicembre 2017, 15.38

Info - salute

Non fatevi influenzare

di Edoardo Stucchi
I consigli su come affrontare l’arrivo dell’influenza e dei virus suoi “cugini”. Meglio il riposo e i farmaci da automedicazione per alleviare i sintomi. I virus non si combattono con gli antibiotici

Quest’anno i virus influenzali e parainfluenzali costringeranno a letto dai 12 ai 15 milioni di persone. Ecco come ridurre disturbi dei virus: dai vaccini all’automedicazione.
Ma niente antibiotici senza il consiglio del medico.

L’epidemia
Il progressivo abbassarsi delle temperature fa strada ai virus e molti di noi verranno contagiati dai malanni tipici dell’inverno.
Ma come sarà l’influenza che verrà?  “Per la stagione 2017-2018 sono previsti dai 4 ai 5 milioni di casi di influenza oltre agli 8-10 milioni di sindromi provocate da altri virus respiratori".

Un’epidemia, quindi, di media entità. “Avremo un solo nuovo virus in circolazione, l’ H1N1 pdm 09 (A/Michigan/45/2015), una variante similare ai virus dell’anno scorso” afferma il prof. Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano e Direttore Sanitario dell’IRCCS Galeazzi di Milano.

Tutto dipenderà dal meteo: l’influenza si presenta con freddi rigidi e lunghi, mentre se permane un inverno mite saranno invece i virus “cugini” dell’influenza, quelli chiamati virus parainfluenzali, a  darci noia.

La vera influenza
Di influenza vera e propria si può parlare soltanto in presenza di tre condizioni contemporanee: febbre elevata (>38°) a insorgenza brusca, sintomi sistemici come dolori muscolari/articolari e sintomi respiratori quali tosse, naso che cola, congestione/secrezione nasale o mal di gola.

“In generale, si tratta di infezioni che si diffondono con grande rapidità: basti pensare - racconta Pregliasco - che un solo starnuto può contenere circa 40.000 micro goccioline che possono viaggiare a oltre 300 km/h.
Da un colpo di tosse scaturiscono 3.000 goccioline relativamente più lente: si muovono a circa 75 km/h”.


Il buon senso aiuta
Come si comportano gl’italiani di fronte all’influenza? Quasi il 15%, non fa nulla per evitare di ammalarsi, il resto cerca di prevenire il contagio coprendosi bene (55,1%), evitando gli sbalzi di temperatura (50,8%) e lavandosi spesso le mani (40,8%).  Insomma siamo armati di buon senso e ce lo conferma l’indagine di Assosalute (Associazione nazionale delle aziende che producono e distribuiscono farmaci di automedicazione) .

Quando ci sia ammala, si ricorre preferibilmente ai farmaci acquistabili senza obbligo di ricetta (57% degli italiani).
Amiamo i vecchi rimedi della nonna - brodo caldo, latte con miele, spremute - cui si affidano quasi il 42% degli intervistati.

Il dato preoccupante è che il 22,5%, dichiara di ricorrere agli antibiotici.
Che in caso d’influenza non sono utili a meno che non sia il medico a prescriverli.

I consigli
Niente eroismi In caso di contagio: “Non bisogna fare gli eroi, il riposo resta una arma fondamentale per aiutare l’organismo a sconfiggere i virus. -  Ricorda  Pregliasco - Ricorrere ai farmaci di automedicazione rimane uno dei pilastri principali nel trattamento delle sindromi influenzali e parainfluenzali.
L’uso dei farmaci senza obbligo di ricetta deve servire ad attenuare i sintomi senza azzerarli.
Se le cose non migliorano dopo 4 – 5 giorni diventa necessario consultare il medico  Mai fare ricorso agli antibiotici che si hanno in casa perché non sono efficaci per curare l’influenza. Deve essere il medico curante a valutarne la prescrizione nelle complicanze batteriche broncopolmonari, quando i sintomi non passano oppure se, dopo un’apparente guarigione, si manifesta un ritorno di febbre con tosse produttiva”.


Il medico di famiglia rimane, comunque, un riferimento importante a cui si rivolge il 50% della popolazione.

La diffidenza nei confronti dei vaccini, registrata nell’ultimo anno, non sembra però riguardare il vaccino antinfluenzale: meno del 5% lo ritiene pericoloso.
Altre sono le motivazioni per cui più di 2 italiani su 3 dichiarano di non aver mai fatto ricorso alla vaccinazione antinfluenzale.

“Se è vero che l’influenza non deve destare preoccupazione nella popolazione sana, essa può avere conseguenze anche gravi per i soggetti a rischio – conclude il Professor Pregliasco - In tal senso, il vaccino costituisce una prevenzione efficace contro le complicanze e per proteggere i soggetti più esposti della propria famiglia ed è, senza dubbio, un salvavita proprio per le categorie più fragili: i bambini molto piccoli, gli anziani, gli immunodepressi e coloro che sono affetti da patologie croniche sia di natura respiratoria che cardiaca”.

Edoardo Stucchi

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/01/2017 15:50:00
Speciale Inverno: i bambini e la febbre La febbre del bambino è il principale motivo di allarme per i genitori e ricorso a consulenza medica. Vediamo un po' come si manifesta e come bisogna comportarsi, tenendo conto che la febbre può essere un prezioso alleato

23/10/2009 07:00:00
In corso la vaccinazione antinfluenzale È in corso in questi giorni presso i medici di medicina generale la campagna di vaccinazione gratuita contro l’influenza stagionale, riservata però solo agli ultra 65enni

10/11/2016 07:10:00
Prevenire, è adesso il momento Primi freddi e tutti i problemi di salute tornano a farsi sentire? Ormai la stagione fredda è alle porte e come ogni anno si presentano i soliti disturbi quali mal di gola e influenza, tosse, febbre e dolori reumatici. E' ora di farsi fare un check-up

25/10/2012 08:29:00
Al via le vaccinazioni Prenderà il via il prossimo 5 novembre, con alcune importanti novità, la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia

04/11/2014 08:00:00
Vaccinazioni antinfluenzali Ha preso il via anche in Val Sabbia la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia. Quest’anno di nuovo coinvolti i medici di famiglia



Altre da Salute
19/01/2018

Anche le terme sono mezzi curativi

È stata approvata dalla Regione lo scorso martedì la legge che valorizza il sistema termale lombardo come strumento curativo e parte integrante dell’offerta sanitaria

19/01/2018

Quando la sanità funziona

Caro Direttore, vorrei raccontarle una storia perché ogni tanto c’è anche il lieto fine… (4)

17/01/2018

Nuovo direttore dell'Anestesia e Rianimazione

Ha preso servizio a inizio settimana il dott. Davide Coppini, nuovo Direttore della Struttura Complessa Anestesia-Rianimazione del Presidio Ospedaliero di Gavardo

09/01/2018

Come depurarsi dopo le feste

Dopo gli eccessi alimentari delle festività natalizie è l’idratazione la chiave per depurare l’organismo e rimettersi in forma in maniera sana

04/01/2018

Un ricercatore da premio

Si chiama Michael Tolentini, è un giovane studente di Vobarno e sono andati a lui i 5 mila euro messi in palio dal Poliambulatorio Santa Maria per il 2017 (1)

30/12/2017

Nuovo Direttore Sanitario all'Asst del Garda

Dal primo gennaio, il nuovo direttore sanitario dell'Asst del Garda sarà il dott. Antonio Rovere, che prende il posto del dott. Pietro Piovanelli

22/12/2017

La Medicina di Montagna apre a Vobarno

Nell’ambito della Medicina dello Sport del Poliambulatorio Santa Maria apre un nuovo servizio all’avanguardia rivolto sia a professionisti sia a semplici escursionisti che intendono vivere la montagna (4)

14/12/2017

La dieta «del gruppo sanguigno»

Chi è il Dottor Mozzi e cos’è la dieta del gruppo sanguigno? Il Dottor Mozzi è un medico molto conosciuto e rinomato in Italia. Egli ha infatti portato nella nostra nazione la dieta del gruppo sanguigno, ideata dal naturopata americano Peter D’Adamo

12/12/2017

La comunità delle Case di Riposo valligiane

Una popolazione sempre più vecchia e sempre più ammalata. Così anche in Valle Sabbia. Alfredo Bonomi, con una lucida disanima prima storica e poi geopolitica, traccia un futuro possibile per la gestione delle Rsa
(1)

08/12/2017

Per un Natale senza lattosio

Anche quest’anno chi è intollerante al lattosio può contare sulla Pasticceria Bazzoli di Odolo che prepara panettoni e pandori “delattosati” per te o da regalare ad un amico intollerante, da prenotare entro il 17 dicembre



Eventi

<<Gennaio 2018>>
LMMGVSD
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia