Skin ADV
Sabato 21 Aprile 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

 

MAGAZINE


LANDSCAPE


Golfo di Salò

Golfo di Salò

by Luigi



19.04.2018 Barghe

21.04.2018 Barghe

19.04.2018 Bagolino Salò

20.04.2018 Valsabbia

19.04.2018 Roè Volciano

19.04.2018 Pertica Bassa

20.04.2018

20.04.2018 Valtenesi

19.04.2018 Valsabbia Provincia

21.04.2018 Odolo Valsabbia






12 Dicembre 2016, 08.54

Scelto per voi

Un super violino in seta di ragno


Lo ha inventato Luca Alessandrini, un ragazzo italiano che ha vinto 10 mila sterline sbaragliando i rivali di 50 Paesi con il suo prototipo avveniristico, testato dai liutai di Cremona
 
In concorso c’erano centinaia di studenti di diciassette università, provenienti da una cinquantina di Paesi, ma alla fine a spuntarla è stato un italiano.
Luca Alessandrini, trentenne originario di un paese sulle colline tra Pesaro e Urbino, ha vinto il premio per il miglior progetto internazionale assegnato dal sindaco di Londra Sadiq Khan, inventando un violino costruito con la seta di ragno.

Una vera rivoluzione nel mondo degli strumenti musicali. «Per le casse acustiche si usano materiali come il truciolato e il multistrato marino, che risalgono a cinquant’anni fa e non sono sostenibili» – spiega il creativo - ma io ero convinto che esistano spazi per la ricerca e l’innovazione». Una supposizione confermata dal suo progetto e dal premio del valore di diecimila sterline.
 
Dai mobili ai violini
Alessandrini ha cominciato a pensare al suo violino avveniristico meno di un anno fa, quando gli è stato assegnato l’incarico finale del master che stava seguendo a Londra.

«Avevo sei mesi per un progetto che mettesse insieme biomateriali e nuovi sviluppi nel settore dell’acustica – racconta -. Visto che amo la musica e ho anche fatto qualche concerto, ho pensato subito al violino. E’ lo strumento più iconico, il più difficile da suonare, non ha subito mutamenti da 400 anni e ha alle spalle una cultura enorme. Trasformarlo mi è sembrato una provocazione in grado di stimolarmi», spiega ridendo.

Per lui, cresciuto in una famiglia di mobilieri e abituato ad aver contatti con designer e creativi sin da bambino, le sfide sono il sale della vita. Per questo dopo aver lavorato in azienda per un po’, ha deciso di cambiare vita.
«Mi sono iscritto a un master biennale del Royal College of Art e dell’Imperial College su innovazione, ingegneria e design – racconta - . Si tratta di un corso che ha una sola classe, con 38 allievi provenienti da tutto il mondo. Insieme abbiamo lavorato full time, senza sabati e domeniche, su progetti e ricerche rivoluzionari».
Sei mesi prima del diploma, conseguito a giugno, è iniziata la rivoluzione del violino.
 
I ragni australiani di Oxford
«Prima di arrivare alla seta ho provato un sacco di materiali - ricapitola Alessandrini -. Ho coltivato batteri, sperimentato le bioresine, messo alla prova iuta e bambù; poi ho capito che per sfidare la fibra di carbonio, usata da vent’anni con successo, dovevo scegliere un materiale naturale di analoga qualità e mi è venuta in mente la seta».

Il primo prototipo del suo violino è stato costruito con strati di seta donati dall’azienda Taroni di Como, legati con la bioresina, mentre per il secondo è stata aggiunta la seta di ragno, ottenuta grazie a una collaborazione con l’Università di Oxford, che nel dipartimento di zoologia ha un allevamento di ragni australiani che producono per le loro ragnatele un materiale cinque volte più resistente dell’acciaio ma molto più elastico.
Alessandrini lo ha utilizzato per alcuni punti chiave del suo secondo prototipo, come ad esempio l’area sotto il ponticello.
 
Approvato dai liutai di Cremona
«A testare lo strumento sono stati i liutai di Cremona, grazie al sostegno che mi ha dato Gualtiero Nicolini, il presidente dell’associazione che li riunisce, – spiega il creativo - . Temevo che sarebbero stati scettici, invece hanno accolto con entusiasmo il progetto».
Il violino fatto di seta tradizionale e di seta di ragno, del resto, ammalia anche i musicisti più esperti. Peter Sheppard Skaerved ha voluto provarlo alla Royal Music Academy, eseguendo lo stesso brano con questo strumento e con un prezioso Stradivari.

«Non si è sentito di decretare il vincitore della sfida – spiega Alessandrini – ma ha sottolineato come il mio sia interessantissimo per la sua ricchezza armonica».
Tanto che alcuni compositori, insieme a lui, stanno pensando a una partitura Un riconoscimento che entusiasma Alessandrini e lo spinge a guardare avanti.

Chiuso il master, vinto il premio, il nuovo obiettivo sono altri materiali per l’acustica realizzati usando la seta, dalle casse del basso fino agli speaker dei computer. «Ho fondato una start up e sto lavorano su diversi progetti – conclude - . Nel giro di qualche mese lancerò una campagna di crowdfunding per diffondere questi nuovi materiali innovativi e rispettosi della Natura».
Le loro potenzialità sono moltissime, tanto che, per evitare brutte sorprese, il giovane progettista ha già deciso di brevettare le applicazioni tecnologiche della sua scoperta.

di Caterina Belloni dal Corriere.it
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/09/2012 10:24:00
Campione del Mondo Si chiama Davide Cappa ed è di Concesio. Venerdì 14 settembre ai Mondiali disputati in Brasile ha vinto la categoria Master+100 kg, sbaragliando un'agguerrita concorrenza.

20/10/2014 11:08:00
Pedersoli è campione italiano Con il terzo posto all 33° Rally Trofeo AC Como, Luca Pedersoli, il fortissimo pilota valsabbino, ha fatto suo il Campionato italiano WRC 2014


20/11/2015 06:23:00
Il primo lustro di super Luca Tanti auguri a Luca Picarella, di Vestone, che proprio oggi, venerdì 20 novembre, compie i suoi primi cinque anni


09/10/2017 14:55:00
Campione italiano Il weekend finale sul circuito del Mugello ha incoronato Alberto Cerqui campione italiano Super GT3 nel Campionato Italiano Gran Turismo 2017

29/04/2015 10:40:00
«Acque dotte», note fra Salò e Cremona la prima edizione del festival che unisce Salò e Cremona Da giugno ad agosto la prima edizione del festival che unisce le due città del violino. In cartellone dieci spettacoli inediti: fra i protagonisti Noa, Michael Nyman, Angelo Branduardi ed Elio



Altre da Scienza e Tecnologia
12/04/2018

Imparare Arduino con Fablab

Prenderà il via questo sabato presso la biblioteca di San Felice del Benaco un corso gratuito su come utilizzare la più famosa piattaforma hardware programmabile promosso dal Fablab Vallesabbia

10/04/2018

Scuola aperta per una società aperta

Grande sinergia tra Valsir S.p.A e l’istituto comprensivo di Vestone, unico per regione Lombardia, a far parte di un Progetto di respiro europeo sui temi del recupero delle materie prime

27/03/2018

Caso Facebook: ma chi ha davvero colpa?

Autorizzazioni non rispettate, leggerezza degli utenti, pochi controlli: cosa si nasconde veramente dietro lo scandalo più grande dalla nascita dei social network
(1)

25/03/2018

Sculture cosmiche

Nella piccola galassia Grande Nube di Magellano, una nostra satellite, distante "solo" 200 000 anni luce, si stanno svolgendo grandi lavori di scultura...

12/03/2018

Sulle tracce dell'antimateria

Spedizione valsabbina "targata" Rotary, quella avvenuta nei giorni scorsi al Cern di Ginevra. Nel ruolo di imprenditori, economisti o anche semplici curiosi, i cinquanta i soci del Rotary Valle Sabbia sono stati accompagnati in tour dal sabbiense Germano Bonomi
(1)

04/03/2018

Per aiutarti a fare la differenziata c'è Junker

Le applicazioni per smartphone vengono fatte anche per semplificare certe azioni, non devono complicarle. Junker ti può aiutare a fare la raccolta differenziata (1)

22/01/2018

Un decalogo per lo smartphone a scuola

«Il telefonino è nelle mani di tutti, rifiutare che entri a scuola non è la soluzione. Meglio negoziare un uso responsabile»


21/12/2017

Samac, polo valsabbino di eccellenza nell'automazione... raddoppia!

Per il suo nuovo corso, l'azienda guidata da Valentino Vaglia, investe in nuovi spazi e cerca venti collaboratori altamente specializzati


05/12/2017

Un'aula informatica per la scuola primaria di Bagolino

Da un mese gli studenti della scuola primaria di Bagolino hanno a disposizione un’aula informatica in cui svolgere lezioni multimediali, realizzata grazie alla solidarietà e all’impegno di diversi enti e associazioni

09/11/2017

Imprese digitali un traino per l'economia lombarda e italiana

In un periodo storico caratterizzato principalmente dalle innovazioni tecnologiche, le digital company la fanno da padrona a livello mondiale per quanto riguarda la crescita ed i guadagni

Eventi

<<Aprile 2018>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia