Skin ADV
Martedì 25 Luglio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE




24.07.2017 Idro Anfo

23.07.2017 Bagolino

23.07.2017 Valtenesi

24.07.2017 Valtenesi

24.07.2017 Serle

23.07.2017 Provincia

24.07.2017 Lavenone

23.07.2017 Casto Barghe

24.07.2017 Bione Bagolino

23.07.2017 Preseglie






12 Dicembre 2016, 08.54

Scelto per voi

Un super violino in seta di ragno


Lo ha inventato Luca Alessandrini, un ragazzo italiano che ha vinto 10 mila sterline sbaragliando i rivali di 50 Paesi con il suo prototipo avveniristico, testato dai liutai di Cremona
 
In concorso c’erano centinaia di studenti di diciassette università, provenienti da una cinquantina di Paesi, ma alla fine a spuntarla è stato un italiano.
Luca Alessandrini, trentenne originario di un paese sulle colline tra Pesaro e Urbino, ha vinto il premio per il miglior progetto internazionale assegnato dal sindaco di Londra Sadiq Khan, inventando un violino costruito con la seta di ragno.

Una vera rivoluzione nel mondo degli strumenti musicali. «Per le casse acustiche si usano materiali come il truciolato e il multistrato marino, che risalgono a cinquant’anni fa e non sono sostenibili» – spiega il creativo - ma io ero convinto che esistano spazi per la ricerca e l’innovazione». Una supposizione confermata dal suo progetto e dal premio del valore di diecimila sterline.
 
Dai mobili ai violini
Alessandrini ha cominciato a pensare al suo violino avveniristico meno di un anno fa, quando gli è stato assegnato l’incarico finale del master che stava seguendo a Londra.

«Avevo sei mesi per un progetto che mettesse insieme biomateriali e nuovi sviluppi nel settore dell’acustica – racconta -. Visto che amo la musica e ho anche fatto qualche concerto, ho pensato subito al violino. E’ lo strumento più iconico, il più difficile da suonare, non ha subito mutamenti da 400 anni e ha alle spalle una cultura enorme. Trasformarlo mi è sembrato una provocazione in grado di stimolarmi», spiega ridendo.

Per lui, cresciuto in una famiglia di mobilieri e abituato ad aver contatti con designer e creativi sin da bambino, le sfide sono il sale della vita. Per questo dopo aver lavorato in azienda per un po’, ha deciso di cambiare vita.
«Mi sono iscritto a un master biennale del Royal College of Art e dell’Imperial College su innovazione, ingegneria e design – racconta - . Si tratta di un corso che ha una sola classe, con 38 allievi provenienti da tutto il mondo. Insieme abbiamo lavorato full time, senza sabati e domeniche, su progetti e ricerche rivoluzionari».
Sei mesi prima del diploma, conseguito a giugno, è iniziata la rivoluzione del violino.
 
I ragni australiani di Oxford
«Prima di arrivare alla seta ho provato un sacco di materiali - ricapitola Alessandrini -. Ho coltivato batteri, sperimentato le bioresine, messo alla prova iuta e bambù; poi ho capito che per sfidare la fibra di carbonio, usata da vent’anni con successo, dovevo scegliere un materiale naturale di analoga qualità e mi è venuta in mente la seta».

Il primo prototipo del suo violino è stato costruito con strati di seta donati dall’azienda Taroni di Como, legati con la bioresina, mentre per il secondo è stata aggiunta la seta di ragno, ottenuta grazie a una collaborazione con l’Università di Oxford, che nel dipartimento di zoologia ha un allevamento di ragni australiani che producono per le loro ragnatele un materiale cinque volte più resistente dell’acciaio ma molto più elastico.
Alessandrini lo ha utilizzato per alcuni punti chiave del suo secondo prototipo, come ad esempio l’area sotto il ponticello.
 
Approvato dai liutai di Cremona
«A testare lo strumento sono stati i liutai di Cremona, grazie al sostegno che mi ha dato Gualtiero Nicolini, il presidente dell’associazione che li riunisce, – spiega il creativo - . Temevo che sarebbero stati scettici, invece hanno accolto con entusiasmo il progetto».
Il violino fatto di seta tradizionale e di seta di ragno, del resto, ammalia anche i musicisti più esperti. Peter Sheppard Skaerved ha voluto provarlo alla Royal Music Academy, eseguendo lo stesso brano con questo strumento e con un prezioso Stradivari.

«Non si è sentito di decretare il vincitore della sfida – spiega Alessandrini – ma ha sottolineato come il mio sia interessantissimo per la sua ricchezza armonica».
Tanto che alcuni compositori, insieme a lui, stanno pensando a una partitura Un riconoscimento che entusiasma Alessandrini e lo spinge a guardare avanti.

Chiuso il master, vinto il premio, il nuovo obiettivo sono altri materiali per l’acustica realizzati usando la seta, dalle casse del basso fino agli speaker dei computer. «Ho fondato una start up e sto lavorano su diversi progetti – conclude - . Nel giro di qualche mese lancerò una campagna di crowdfunding per diffondere questi nuovi materiali innovativi e rispettosi della Natura».
Le loro potenzialità sono moltissime, tanto che, per evitare brutte sorprese, il giovane progettista ha già deciso di brevettare le applicazioni tecnologiche della sua scoperta.

di Caterina Belloni dal Corriere.it
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
16/09/2012 10:24:00
Campione del Mondo Si chiama Davide Cappa ed è di Concesio. Venerdì 14 settembre ai Mondiali disputati in Brasile ha vinto la categoria Master+100 kg, sbaragliando un'agguerrita concorrenza.

20/10/2014 11:08:00
Pedersoli è campione italiano Con il terzo posto all 33° Rally Trofeo AC Como, Luca Pedersoli, il fortissimo pilota valsabbino, ha fatto suo il Campionato italiano WRC 2014


20/11/2015 06:23:00
Il primo lustro di super Luca Tanti auguri a Luca Picarella, di Vestone, che proprio oggi, venerdì 20 novembre, compie i suoi primi cinque anni


29/04/2015 10:40:00
«Acque dotte», note fra Salò e Cremona la prima edizione del festival che unisce Salò e Cremona Da giugno ad agosto la prima edizione del festival che unisce le due città del violino. In cartellone dieci spettacoli inediti: fra i protagonisti Noa, Michael Nyman, Angelo Branduardi ed Elio

11/09/2014 07:30:00
Luca Pedersoli e la sua Citroën C4 WRC a caccia del titolo italiano Al quinto impegno sulla strada del Tricolore, il pilota valsabbino Luca Pedersoli "navigato" da Matteo Romano è saldamente in testa al campionato. Al via sulle Dolomiti nel ricordo di Medeghini




Altre da Scienza e Tecnologia
27/03/2017

Dipendenze elettroniche

Nell’incontro promosso venerdì sera dall’Age Gavardo, una riflessione sull’impatto che la tecnologia ha nella nostra vita quotidiana, specie nei ragazzi

14/03/2017

«Accelerazione» d'impresa

Dall'Aperitivo con il futuro allo spiedo alla bresciana, passando per il Cern di Ginevra. Ecco il "viaggio" nell'innovazione targato Aib Zona Valle Sabbia - Lago di Garda

07/03/2017

Galeotto fu il fulmine

E' stato un fulmine, la sera del 28 febbraio, ad interrompere il servizio di fornitura internet a Sabbio Chiese, Odolo, Agnosine e Bione. Ne abbiamo scritto qui. Lo rende notto con un comunicato il gestore Intred

18/02/2017

Pacchi e servizi spiccano il volo

Nel 2017 si attende l’avvio di una “rivoluzione” per le consegna a domicilio. E se questo sistema diventasse utile anche per offrire servizi per le aree montane isolate?

15/02/2017

Imparare Arduino al Fablab

Al via dalla prossima settimana presso il Fablab della Valle Sabbia di Villanuova sul Clisi di un corso per imparare a programmare la piattaforma hardware per creare circuiti per diverse applicazioni

05/02/2017

Il biodiesel lo fa... il lievito

Un gruppo di ingegneri avrebbe modificato geneticamente un lievito, trovando il modo di produrre carburante ad alta energia, come il diesel, rinnovabile ed economicamente sostenibile

03/02/2017

Il Comune a portata di app

L’amministrazione comunale di Vobarno ha aderito alla piattaforma “Municipium” che permette di comunicare attraverso una applicazione per smartphone e tablet con i cittadini

29/01/2017

La falena chiamata come Donald Trump

Si tratta di una specie appena scoperta e porta il nome del nuovo presidente degli Stati Uniti. Ad ispirare gli studiosi la testa dell'insetto

25/01/2017

Prevenzione in urologia... non solo prostata

E’ stato ospite del Rotary Valle Sabbia a Gavardo il dottor Angelo Peroni, dirigente medico nello staff di Urologia degli Spedali Civili di Brescia 

18/01/2017

I tre italiani che hanno stregato l'America

Ci sono tre italiani fra i 102 destinatari della più alta onoreficenza del governo federale degli Stati Uniti d'America per i giovani ricercatori all'inizio della loro carriera (2)

Eventi

<<Luglio 2017>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia