Skin ADV
Lunedì 28 Maggio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




27.05.2018 Valtenesi

26.05.2018 Anfo

27.05.2018 Gavardo

27.05.2018 Vobarno

26.05.2018 Salò

26.05.2018 Preseglie

27.05.2018 Gavardo

28.05.2018 Valsabbia Vobarno

27.05.2018 Roè Volciano

26.05.2018 Idro Valsabbia






05 Dicembre 2017, 08.30
Serle
Progetti

«Sativa», insieme per valorizzare l'Altopiano

di Federica Ciampone
Una platea numerosa e molto interessata ha affollato la Sala consiliare del Comune di Serle lo scorso sabato, 2 dicembre, per la giornata di presentazione del progetto “Sativa”

Un pubblico numeroso e attento, come se ne vorrebbero vedere in tutte le occasioni di riflessione e di confronto su temi importanti per il territorio, ha assistito lo scorso sabato alla presentazione del progetto “Sativa”, cofinanziato da Fondazione Cariplo nell’ambito del bando Comunità Resilienti 2016 e realizzato da Fondazione Lombardia per l’Ambiente con il Comune di Serle e la Cooperativa Eliante.
 
Al sindaco di Serle, Paolo Bonvicini, il compito di introdurre il convegno e presentare gli attori della giornata: Gianbattista Tonni (Gal Garda Valsabbia), Fulvio Viesi (Associazione Nazionale Città del Castagno), Chiara Vona e Anna Crimelia (Cooperativa Eliante), Massimiliano Lopedoto (architetto del Comune di Serle) ed Eugenio Fasser (tecnico forestale).
 
Dopo le presentazioni Gianbattista Tonni, referente del progetto, ha illustrato ai presenti obiettivi, iniziative e opportunità di “Sativa”. “Lo scopo del progetto è quello di stimolare la risposta della comunità per far fronte ad alcune criticità che abbiamo riscontrato, avviando così un percorso che porti la comunità locale a riappropriarsi del territorio, valorizzandone la biodiversità e il grande potenziale”. 
 
Partendo dalla sperimentazione di nuove forme di gestione dei castagneti – una coltura di importanza fondamentale per la storia dell’Altopiano di Cariadeghe, ridotta attualmente in stato di degrado e abbandono - il progetto “Sativa” mira a creare nuove opportunità per l’economia locale e la promozione del territorio.
 
Ma quali sono, esattamente, le criticità individuate? “Il ristagno dell’economia locale, l’abbandono progressivo del territorio e il fatto che quest’ultimo non venga più visto come una risorsa per l’uomo: questi fattori hanno provocato l’abbandono delle coltivazioni, in particolare delle selve castanili, la perdita della capacità di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo e una drastica riduzione dell’offerta turistica”, ha spiegato Tonni. 
 
Tanti i soggetti coinvolti nel progetto: operatori nel settore agricolo e in quello della ristorazione, studenti e laureati nel settore, le associazioni locali e l’intera comunità, il cui interesse e apporto è indispensabile alla buona riuscita del progetto. Sono già online, come ha ricordato l’architetto Lopedoto, i primi 3 bandi di selezione (www.serle.info/bandi) rivolti ad aziende agricole interessate a prendere in gestione alcune aree, ad imprenditori agricoli interessati alla formazione per diventare operatori specializzati nel settore castanicolo e ad un’azienda agricola interessata a realizzare un vivaio di castagni e marroni.
 
Il secondo intervento è stato quello di Fulvio Viesi (Associazione Nazionale Città del Castagno), che ha raccontato ai presenti – tra cui diversi rappresentanti delle associazioni del territorio - una delle più riuscite esperienze nazionali di recupero e promozione dei castagneti: il castagneto sperimentale “Mindi” di Cavedine. “Se un progetto di questo tipo viene realizzato con cura, avrà una funzione brillante per la didattica e una grande attrattiva per il Comune”, ha detto Viesi. “Abbiamo visto piante ben innestate nel 2006 dare i loro frutti nel 2009. L’obiettivo, oltre che la riqualificazione dell’area, dev’essere quello di creare consumatori attenti, non necessariamente castanicoltori: il consumatore deve imparare a distinguere ciò che vale da ciò che costa, prediligendo i prodotti naturali e a chilometro 0”.
 
La seconda parte del convegno è stata dedicata alla presentazione delle modalità di partecipazione rivolte ad aziende agricole e privati alla gestione agro - forestale delle aree interessate dal progetto. 
 
Chi desiderasse ulteriori informazioni sul progetto può scrivere ad altopianocariadeghe@gmail.com (Gianbattista Tonni, referente), s.vitulano@pteryx.it (Severino Vitulano) o valentina.bergero@flanet.org (Valentina Bergero) per visite guidate e attività per le scuole e vona@eliante.it (Chiara Vona) per info e adesioni. 
 
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/11/2017 13:15:00
Progetto «Sativa», sabato la presentazione È tutto pronto, a Serle, per il primo tavolo di lavoro dedicato a una riflessione sul futuro dei castagneti, ma non solo. L’appuntamento è per questo sabato, 2 dicembre, presso la Sala consiliare del Municipio

21/10/2017 08:00:00
Castagneti da conoscere e valorizzare Per far conoscere e valorizzare i boschi di castagne e marroni di Cariadeghe è stato avviato a Serle il progetto Sativa. A causa del previsto maltempo di domenica la castagnata è stata rimandata


12/04/2016 14:11:00
Progetto di recupero dei castagneti È in programma questo mercoledì sera a Serle un incontro rivolto alla popolazione per illustrare un progetto di recupero delle selve castanili di cui è ricco l’altopiano di Cariadeghe

25/04/2018 07:30:00
Corso di abilitazione per preposti Nell’ambito dell’azione 3 del progetto di valorizzazione ambientale Sativa 2.0. il Comune di Serle organizza per lunedì 30 aprile un corso per l’abilitazione di preposti nelle operazioni di tree climbing

15/05/2018 11:00:00
Quattro passi in Cariadeghe C’è tempo fino a questo giovedì per iscriversi all’evento naturalistico organizzato per sabato 19 maggio sull’Altopiano di Cariadeghe nell’ambito del progetto Sativa 2.0 



Altre da Serle
26/05/2018

Alta selezione col «Castello» di Serle

Doppio trofeo serlese alla memoria: Lo "Zanetti Franco", sesta prova del Regionale individuale, arriva alla 25^ edizione; 19^ occasione per l'"Adriano Zanola"

22/05/2018

«Bat Night» sull'Altopiano

C’è tempo fino a domani, mercoledì 23 maggio, per iscriversi alla passeggiata nei boschi dedicata alla scoperta dei pipistrelli nell’ambito del progetto Sativa 2.0

19/05/2018

Accoglienza, tra luoghi comuni e realtà

Questo il tema dibattuto in città lo scorso 10 maggio, in un incontro pubblico organizzato dalla rete dei progetti Sprar del territorio bresciano

17/05/2018

Cambio della guardia

Dopo 18 anni, il maestro Bernardo Zanola lascia la presidenza della Proloco di Serle. Gli subentra il giovanissimo Marco Tonni


16/05/2018

Monumento Naturale Altopiano di Cariadeghe, come stanno le cose

Pubblichiamo la lettera inviata dal sindaco di Serle, Paolo Bonvicini, per far chiarezza circa il futuro dell’Altopiano di Cariadeghe a seguito della riforma regionale del 2016 sulla gestione delle aree protette, fra e quali rientra l'Altopiano serlese in quanto Monumento Naturale

16/05/2018

Progetto «Innat», venerdì la presentazione

Un progetto dedicato alla salvaguardia degli insetti quello che verrà presentato questo venerdì, 18 maggio, a Serle




15/05/2018

Quattro passi in Cariadeghe

C’è tempo fino a questo giovedì per iscriversi all’evento naturalistico organizzato per sabato 19 maggio sull’Altopiano di Cariadeghe nell’ambito del progetto Sativa 2.0 

13/05/2018

A Serle la primavera è di cultura

Il Comune valsabbino aderisce nei mesi di maggio e giugno a diverse iniziative culturali aperte a tutti

04/05/2018

Arrivati i primi rifugiati con lo Sprar

Sono arrivati la scorsa settimana i primi sei titolari di protezione internazionale destinati al progetto Sprar a Serle

02/05/2018

«Voci nella notte dell'Altopiano»

Questo venerdì, 4 maggio, una bella opportunità per appassionati e curiosi di osservare e conoscere meglio le creature della notte che popolano l'Altopiano di Cariadeghe

Eventi

<<Maggio 2018>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia