04 Giugno 2020, 09.50
Valsabbia
Valsabbini in Regione

Girelli con i consiglieri Pd si dimette dalla commissione d'inchiesta

di Redazione

Due giorni dopo l'elezione a presidente di Patrizia Baffi di Italia Viva, il Pd ritira i suoi tre rappresentanti: “Con l’assenza delle due maggiori forze politiche di minoranza - Pd e M5s - vengono a mancare anche i promotori della Commissione”


Il gruppo del Pd al Consiglio regionale della Lombardia ha ritirato ufficialmente i suoi tre consiglieri dalla commissione consiliare d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Covid.

La comunicazione con una lettera al presidente Alessandro Fermi arriva due giorni dopo l’elezione a presidente della commissione di Patrizia Baffi di Italia Viva. Secondo lo statuto, dovevano essere le minoranze a dover indicare il nome per la presidenza. Invece Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, venendo meno alle richieste di Pd, M5s e civici, hanno trovato l’intesa su Baffi.

“Siamo sempre pronti a sederci a un tavolo per riprendere il discorso interrotto, a condizione che Baffi faccia un passo indietro e che la maggioranza intenda ricucire lo strappo istituzionale che ha generato”, scrive il capogruppo del Pd in Regione Fabio Pizzul.

“Abbiamo inviato questa mattina una lettera al presidente Fermi per manifestare tutto il nostro disappunto per il modo in cui la maggioranza a trazione leghista ha, di fatto, impedito che la Commissione d’inchiesta sull’emergenza Covid partisse correttamente. Con la medesima abbiamo comunicato il ritiro dei nostri componenti dalla Commissione, come annunciato dopo la seduta di martedì”, si legge nella lettera co-firmata dai consiglieri Jacopo Scandella, Gian Antonio Girelli e Carmela Rozza, i tre ormai ex-componenti dem della commissione regionale.

«La commissione d'inchiesta è nata su richiesta dei gruppi di opposizione. Un presidente che deve essere indicato dalle minoranze e che non prende un solo voto delle minoranze è evidente che si schiera con la maggioranza» riferisce Gian Antonio Girelli, consigliere regionale Del Pd.

Che spiega le motivazioni delle dimissioni: «Le nostre dimissioni si sono rese necessarie per come si è palesemente forzato su una prerogativa delle minoranze. Ma ancor di più dimostrato che alla maggioranza manca la volontà di affrontare davvero il problema che ha davanti: fare chiarezza su cosa non ha funzionato in Lombardia. Del tutto fuori luogo il tentativo di far nascere una contrapposizione fra Pd e Italia Viva».

Nel merito, «al di là della straordinarietà degli eventi è chiaro che è mancatala capacità di gestire l'emergenza che di fatto è stata affidata, o scaricata, sugli ospedali. Solo la grande professionalità del personale medico ha ridotto il danno. Ora però è chiaro che esigiamo risposte e subito». Sui test sierologici e sui tamponi, ad esempio. Girelli: «Lo hanno detto tutti che continua ad essere portata avanti un'azione scoordinata senza una regia regionale, dove un metodo di prevenzione e controllo si è trasformato in una giungla di prezzi con una confusa raccolta dati».

Sulla rimessa in moto delle attività sanitarie, poi, «non basta deliberare, bisogna operare per creare le condizioni di una ripresa controllata e sicura che passa da alcune scelte fra tutte quelle dei futuri centri Covid.

Nessuno sa quale sarà l'evoluzione del virus e dobbiamo essere in grado di fronteggiarla. Dopo le inutili grancasse suonate su scala 4, perché al Civile non si pensa di prevedere nella palazzina infettivi il luogo di ricovero per malati Covid e con altrettanta decisione si indica dove può essere allestito un centro dedicato solo al Covid in caso di bisogno? Senza dimenticare le Rsa, quando ci decidiamo a farle ripartire? Si è passati dal proporre loro di ospitare malati Covid a continuare a precluderne i nuovi ingressi dalle liste d'attesa».


Vedi anche
06/05/2020 09:40:00

Girelli nella Commissione d'inchiesta sull'emergenza Covid-19 Anche il consigliere regionale valsabbino del Pd farà parte della Commissione d'inchiesta sulla gestione della pandemia in regione Lombardia

08/07/2020 09:08:00

Sanità, Girelli: «Un voto che vale una sfiducia a Gallera» Approvata in consiglio regionale una mozione del Pd con primo firmatario il consigliere regionale valsabbino del Pd che chiede trasparenza sui fondi pubblici dati ai privati

22/04/2020 09:25:00

Girelli: «Perché Ats non forniscono dati su mortalità?» Il consigliere regionale valsabbino, capodelegazione PD in Commissione Sanità del Consiglio regionale, denuncia la mancanza di trasparenza nel fornire i dati sui decessi da parte delle Aziende di Tutela della Salute lombarde

10/05/2018 07:00:00

Girelli presidente della Commissione Carceri Il consigliere regionale valsabbino del Pd è stato votato ieri mattina a larghissima maggioranza nuovo presidente della Commissione speciale sulla condizione carceraria del Consiglio regionale

03/07/2020 08:00:00

Sanità, Girelli: «Mancati finanziamenti agli Ospedali bresciani» Il consigliere regionale valsabbino del Pd chiede spiegazioni alla Regione in merito alla richiesta di finanziamento inoltrata al Governo dove sono assenti le strutture bresciane, fra cui l'Asst del Garda



Altre da Valsabbia
09/07/2020

Anziani e disabili soli, l'appello: «Permettete ai parenti le visite»

Il gruppo “Connettere Salute” lancia un appello tramite lettera aperta indirizzata ai vertici della Regione Lombardia per chiedere l'immediata revisione della delibera di giunta che tuttora impedisce ai familiari di fare visita agli ospiti delle strutture

09/07/2020

«Ciak in Lombardia», la Regione sul set

L'assessore regionale al Turismo Lara Magoni introduce un bando per selezionare progetti audiovisivi che valorizzino l'immagine della Lombardia che si rialza dopo l'emergenza coronavirus. Iscrizioni aperte dal 15 luglio

09/07/2020

Svelata la ricerca del 2018

Dopo ben due anni di mistero lo studio sul depuratore del Garda redatto nel 2018 dall'Università di Brescia su commissione di Acque Bresciane è stato reso pubblico. Il commento del sindaco di Montichiari Marco Togni

09/07/2020

Comitato Gaia, una petizione online per fermare il progetto

Lanciata su Change.org all'inizio della settimana, la petizione del Comitato ambientalista di Gavardo ha già raccolto diverse centinaia di firme per bloccare il progetto del maxi depuratore del Garda sul fiume Chiese

08/07/2020

Consorzio Medio Chiese contrario al depuratore

Sollecitati dal sindaco di Montichiari Marco Togni, i responsabili del Consorzio hanno affermato di non aver mai condiviso il progetto, ma di aver solo fornito i dati idrogeologici richiesti. Acque Bresciane: “Un equivoco lessicale”

08/07/2020

Sanità, Girelli: «Un voto che vale una sfiducia a Gallera»

Approvata in consiglio regionale una mozione del Pd con primo firmatario il consigliere regionale valsabbino del Pd che chiede trasparenza sui fondi pubblici dati ai privati

08/07/2020

L'arte in Valle Sabbia: valutazioni critiche e nuove prospettive

Quarta e ultima puntata della serie dedicata all’arte e cultura nel bresciano a cura di Giovanni Baronchelli stavolta dedicata all’ambito artistico valsabbino moderno e contemporaneo
• VIDEO

07/07/2020

50 anni di Regione Lombardia

Il consigliere valsabbino della Lega Floriano Massardi: “Cinquantesimo sia la festa di tutti lombardi, nella certezza assoluta che ci rialzeremo più forti di prima”

07/07/2020

Derivazioni idroelettriche, in arrivo fondi per le aree montane

Anche Rsa, scuole ed enti pubblici di 11 Comuni valsabbini beneficeranno della monetizzazione dei fondi che le società idroelettriche devono alle aree interessate per lo sfruttamento delle acque

07/07/2020

Marcellina Bertolinelli nuovo presidente del Rotary Valle Sabbia

Il sodalizio per il nuovo anno sociale sarà guidato da una donna, dottore agrario e docente presso l’Università di Milano. Il presidente internazionale è Holger Knaack con il motto “Il Rotary crea opportunità”