Skin ADV
Sabato 21 Gennaio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]



 
    


Castello di Tenno

Castello di Tenno

di Eliana Lombardi



19.01.2017 Roè Volciano

20.01.2017 Valsabbia

19.01.2017 Roè Volciano

20.01.2017 Agnosine Valsabbia

21.01.2017 Bione Roè Volciano

21.01.2017 Muscoline

21.01.2017 Odolo Valtrompia

20.01.2017 Vestone

21.01.2017 Sabbio Chiese Prevalle

19.01.2017 Gavardo Valsabbia



04 Marzo 2016, 07.37
Valsabbia
Gestione rifiuti

La Valle Sabbia farà da sola

di val.
E' partito l'iter che porterà gli amministratori valsabbini, riuniti nella Comunità montana, a gestire da protagonisti il servizio di raccolta dei rifiuti urbani

Non sarà più una società privata a gestire la raccolta dei rifiuti in Valle Sabbia, ma i Comuni stessi riuniti in seno alla Comunità montana.
E’ quanto promette il percorso iniziato nelle scorse settimane, che in tema di rifiuti intende arrivare alla fine del 2017 con una condivisione d’intenti che riguarderà i 70mila abitanti dei 25 Comuni valsabbini più Muscoline.

Per quella data, infatti, arriverà ad anticipata conclusione il contratto attualmente in essere con Aprica e i Comuni valsabbini intendono gestire la raccolta dei rifiuti da protagonisti, lasciando ai privati solo la raccolta materiale e la gestione dei mezzi.
L’obiettivo è quello di migliorare sempre più il servizio e renderlo maggiormente economico per i propri cittadini.

Mercoledì scorso i sindaci si sono riuniti nella casa della Valle, a Nozza, per prendere atto delle linee guida che verranno discusse nei singoli comuni.
Entro la fine di marzo, ogni municipalità dovrà approvarle e scegliere in base alle proprie esigenze la tipologia di adesione.

Due in sostanza le opzioni: da una parte il “porta a porta” più spinto, eliminando del tutto i cassonetti e magari potenziando le isole ecologiche; dall’altra un sistema “misto” che preveda il porta a porta solo per il differenziato e per il resto ancora il cassonetto, magari dotato di calotta, seguendo l’esempio di quello che sta facendo Vallio Terme.
L’idea è che si possa addivenire a procedure il più possibile omogenee, presupposto necessario per il contenimento dei costi e per la gestione ottimale delle varie fasi di riutilizzo dei materiali riciclabili.

«La sfida è quella di aumentare le percentuali di raccolta differenziata e nel contempo disporre di materiale di recupero di qualità – afferma il presidente comunitario Giovanmaria Flocchini -. La gestione in carico alla comunità montana, permetterà di decidere la destinazione di questi materiali generando un guadagno anche economico per i comuni.
Il risparmio della gestione “in proprio” ci darà modo poi di migliorare ulteriormente il servizio».

Il servizio dei rifiuti urbani in Valle Sabbia, insomma, “vale” sei milioni di euro e gli amministratori sono convinti che ci siano ampi margini di miglioramento se saranno loro ad occuparsi direttamente, ad esempio, della vendita dei materiali differenziati, di campagne di formazione, di rilevazione satellitare dei mezzi preposti alla raccolta, di spazzamento delle strade o di “microraccolte”.

Per rivoluzionare il sistema di gestione dei rifiuti solidi urbani i Comuni valsabbini hanno quasi due anni di tempo.
Ed è pronto anche il cronoprogramma.

Entro marzo l’approvazione delle linee guida.
Fino a giugno il tempo per capire quali servizi attivare in ogni singolo comune e come farlo, per poi affidarne la gestione integrata alla Comunità montana.
Entro novembre l’elaborazione dei singoli progetti e l’approvazione in ogni Comune del proprio piano dei costi.
A partire da gennaio del prossimo anno le diverse fasi della gara d’appalto: approvazione dei capitolati, procedura di gara.
Entro agosto del 2017 l’aggiudicazione del servizio, perché possa prendere il via regolarmente il primo gennaio del 2018.

.in foto: la sede della Comunità montana; il presidente Giovanmaria Flocchini



Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID64621 - 04/03/2016 12:07:03 (Spark)
Direi che controllo della raccolta ed oneri calcolati il più possibile sul volume dei rifiuti prodotti siano due obiettivi fondamentali da perseguire.Il controllo e l'uniformità delle modalità della raccolta permette anche di eliminare l'odioso fenomeno dei "migranti della spazzatura" che vanno a buttare i rifiuti nei liberi cassonetti del comune limitrofo, poichè magari i loro sono dotati di calotta...


ID64655 - 05/03/2016 21:38:22 (blurex)
L'idea è buona anche se non è nuova, ho qualche perplessità sul fatto che tutti siano d'accordo visti i precedenti. Molto dipenderà dalla realizzazione e dalla gestione, a questo proposito si auspica un adeguato coinvolgimento della popolazione soprattutto nelle scelte della tipologia di raccolta.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/03/2016 07:54:00
A proposito di rifiuti Leggo su Valle Sabbia News dello storico risultato ottenuto dalla Comunità Montana di Valle Sabbia che, su mandato dei comuni, ha anticipato di sei mesi (sic!) la scadenza del contratto con Aprica per la gestione del sevizio rifiuti in Valle

04/02/2016 11:00:00
Raccolta rifiuti, scadenza anticipata Accordo fra Comunità montana, Comuni e Aprica per un anticipo di sei mesi sulla scadenza del contratto di raccolta rifiuti e avvio di un progetto per costruire un nuovo bando che possa soddisfare le nuove esigenze dei Comuni

20/03/2014 08:19:00
Quanto è gradita la raccolta dei rifiuti nei comuni della Valle Sabbia? A questa domanda ha cercato di dare risposta un’indagine affidata dalla Comunità montana e da Aprica ai sondaggisti della Ipsos Loyalty

18/01/2010 07:47:00
Rifiuti zero? Prevalle ci vuol provare Sul tema della gestione dei rifiuti alternativa all'utilizzo del termovalorizzatore, giovedì 21 a Prevalle interverrà l'esperto Paul Connett

15/03/2016 10:02:00
Raccolta rifiuti, il coraggio di cambiare Nel dibattito, innescato sul nostro giornale, sul tema della raccolta differenziata dei rifiuti in Valle Sabbia, prende posizione e dice la sua anche il gruppo politico gavardese “Gavardo in movimento”



Altre da Valsabbia
21/01/2017

Residenti stranieri in calo

Diminuisce il numero di cittadini stranieri residenti nei Comuni della Valle Sabbia, un trend che prosegue dagli anni della crisi

21/01/2017

Penne nere sempre in allerta

Anche gli alpini della “Monte Suello” sono stati mobilitati per l'emergenza neve nelle zone terremotate del centro Italia: una presenza, quella delle Penne nere, costante dopo il sisma (1)

20/01/2017

C'è anche il Soccorso Alpino

Ci sono anche i tecnici della Valle Sabbia fra gli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico impegnati nei soccorsi agli abitanti delle zone terremotate, ora anche bloccati nella neve (1)

20/01/2017

Cresce la rete valsabbina della videosorveglianza

Ad Agnosine 16 nuove telecamere. E c'è anche il servizio "targa scanner"



19/01/2017

Principio di territorialità

Girelli: «Urge una riorganizzazione che offra pari diritti anche ai pazienti dell'Alto Garda e della Valle Sabbia» (1)

19/01/2017

Urgente l'emodinamica a Gavardo

A Milano in udienza alla commissione Sanità gli amministratori valsabbini e gardesani: sul tavolo la rete delle strutture sanitarie ed in particolare il reparto di emodinamica atteso a Gavardo

17/01/2017

Dei costi e dei benefici

Sotto la lente dei 5Stelle, con un'interrogazione a risposta scritta del consigliere provinciale per Trento Filippo Degasperi, il tunnel che dovrebbe unire Valvestino e Bondone, ma anche le decisioni prese in merito all'utilizzo sull'Eridio dei Fondi ex-Odi (7)



17/01/2017

Previdenti sì, investitori forse

Ci proteggiamo non investendo… ma forse un'altra soluzione c’è

16/01/2017

Speciale Inverno: i bambini e la febbre

La febbre del bambino è il principale motivo di allarme per i genitori e ricorso a consulenza medica. Vediamo un po' come si manifesta e come bisogna comportarsi, tenendo conto che la febbre può essere un prezioso alleato (1)

14/01/2017

Valle Sabbia patria del ciclismo

In tutta la valle si contano una ventina di società dedicate allo sport dei pedali, con un paese che vanta il primato di ospitarne più della metà


Eventi

<<Gennaio 2017>>
LMMGVSD
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia