12 Luglio 2019, 17.22
Valsabbia Provincia
L'opinione

Abbasso o rialzo delle tasse?

di Ernesto Cadenelli

Quando calerà il sipario sull’argomento di distrazione di massa qual’è l’immigrazione e si dipanerà il mistero dei rapporti con la Russia, a Salvini e di Maio resterà di rispondere alle mirabolanti promesse sulla riduzione delle tasse.


...Già perché l’autunno arriva in fretta e la manovra finanziaria 2020 s’ha da fare.

Per il momento registro
che per i pensionati un aumento della pressione fiscale è avvenuto col blocco parziale della rivalutazione delle pensioni.
Pochi spiccioli? Sarà ma per una pensione di 1500 euro netti sono una decina di euro mese.

Inoltre del famoso abbattimento delle accise sui carburanti che la Lega aveva promesso di fare nei primi 15 giorni di Governo, a tutt’oggi nemmeno l’ombra.

Fatte queste premesse per non dimenticare, le questioni da affrontare che impatteranno sui redditi dei cittadini sono due.

Ci sarà o non ci sarà l’aumento dell’IVA per far quadrare i conti?
La flat-tax (tassa piatta) panacea di tutti i mali come si configurerà?


Se ne fa un gran parlare, nel Governo e sui media, ma ad oggi la confusione sotto il cielo è grande.
Non possedendo la sfera di cristallo per vedere come finirà, ritengo utile formulare alcuni ragionamenti e ipotesi.

La questione IVA, oggetto del duello tra il Ministro Tria e il resto del Governo, sarebbe da studiare per riparare alla spesa in deficit di Reddito di Cittadinanza e quota 100.
Tassativo rientrare dal debito come concordato con l’Unione Europea.


L’INPS nella relazione annuale parla di un 30% in meno di persone che hanno chiesto di accedere ai due benefici.
Quindi l’errore di previsione del Governo consente qualche risparmio di spesa.

Per la verità ha anche dichiarato che la spesa previdenziale italiana è più bassa della media europea e che, non solo i conti dell’Istituto sono in ordine, ma servirebbe una redistribuzione più equa del reddito a favore dei lavoratori e pensionati riducendo il carico fiscale.
Ciò ovviamente per dare più soldi alle famiglie e far ripartire i consumi interni.

Siccome la situazione rimane pesante aumentare l’IVA pare la via più breve per raggiungere l’obiettivo.
Al di la delle possibili e molteplici modulazioni del provvedimento, quel che è bene ribadire che questa tassa non colpisce tutti allo stesso modo.
Colpisce il consumatore finale, cioè il cittadino che fa la spesa poiché tutti gli altri possono scaricarla.

Quindi una tassa sui larghi consumi (se no i conti non tornano) che va ad aumentare le disuguaglianze scaricando il peso del risanamento economico sui cittadini a reddito fisso, lavoratori e pensionati in primis.

E’ una misura iniqua che non va bene in un Paese dove il livello di evasione fiscale è di oltre 100 miliardi annui di euro.
Quali misure per, non dico debellare, almeno ridurre questa piaga tutta italiana?
Si parla ancora di possibili condoni in vario modo mascherati. Basta!

Sull’altra misura la flat-tax, ci sono ipotesi diverse molto nebulose.

Il movimento 5 Stelle propone l’abbattimento del cuneo fiscale
a favore delle imprese per poter fare il salario minimo a costo 0. Ma se abbatti il cuneo fiscale ai lavoratori non deve andare in tasca niente? Come fai ad aumentare il reddito delle famiglie se il risparmio va solo alle imprese?

La Lega propone la tassa unica in maniera graduale magari con 2 aliquote per non incappare in una riforma in contrasto con la Costituzione che sancisce la progressività fiscale in base al reddito.

Occorre precisare che il gettito IRPEF oggi è garantito per circa 80% dal lavoro dipendente e dalle pensioni. Tutte le altre categorie arrivano al 20%.
Un po’ poco. Non è che una fetta di evasione fiscale si annida qui?
Quindi ridurre il peso dell’IRPEF è una manovra sacrosanta di giustizia sociale.

Attenzione però siccome oggi gli scaglioni sono fatti nel seguente modo
da 0 a 15000 euro aliquota al 23%
da 15000 a 28000 euro       al 27%
da 28000 a 55000 euro       al 38%
da 55000 a 75000 euro       al 41%
oltre i 75000 euro               al 43%
non è indifferente dove intervieni.

Se intervieni abbassando le aliquote più alte in modo significativo, favorisci i redditi alti e non quelli bassi.
In definitiva i più ricchi lo sarebbero ancora di più.

Secondo me la riduzione più significativa dovrebbe riguardare le aliquote più basse che comprendono il numero più elevati di contribuenti.
Più che di flat-tax io preferirei si ragionasse di una riduzione delle singole aliquote mantenendo una forte progressività.

Il rischio di una riduzione delle entrate fiscali e quindi di un taglio alla spesa sociale, istruzione, sanità, assistenza etc. è dietro l’angolo. Se succede una cosa del genere è un colpo definitivo allo smantellamento delle tutele sociali.

L’altro elemento non indifferente è calcolare con esattezza cosa comporta una riduzione delle aliquote con l’assorbimento del sistema di detrazioni e deduzioni attualmente in vigore compresi gli 80 euro elargiti dal Governo nel 2014.

Qui bisogna fare i conti con precisione
, perché la beffa è dietro l’angolo.
Infatti la giungla tributaria, che va riformata, oggi consente ai redditi più bassi di attenuare in parte l’onerosità delle aliquote.
Ma se togli tutto e abbassi di poco l’aliquota minima c’è il ventilato pericolo che una reddito fisso da lavoro dipendente si trovi addirittura penalizzato dal nuovo sistema.

Ecco perché bisogna uscire dalle tifoserie
“ABBASSIAMO LE TASSE, FACCIAMO LA TASSA UNICA…NO RIDUCIAMO IL CUNEO FISCALE O FACCIAMO IL SALARIO MINIMO A COSTO 0 PER LE IMPRESE”, e invece costruire un tavolo di confronto con le parti sociali e coinvolgendo il PARLAMENTO, che ha ormai un ruolo asfittico cancellato dalla smania di protagonismo dei due duellanti al Governo.

Apriamo gli occhi gente, qui c’è di mezzo il PORTAFOGLIO!

Ernesto Cadenelli
Vobarno 12 luglio 2019



Commenti:
ID81152 - 12/07/2019 17:51:42 - (PETER72) - Tutti promettono...

ma inutile illudersi, le tasse non caleranno MAI… specialmente per i soliti noti!

ID81155 - 12/07/2019 21:24:17 - (Denis66) - ....

Chi ha tolto la scala mobile???

ID81159 - 13/07/2019 12:35:50 - (criticone) - In merito alle accise...

Ricordo al sig.Cadenelli, sicuramente non simpatizzante di lega e 5stelle che nel 2014 un altro Matteo, davanti al popolo di Vespa, promise di sforbiciare bene le stesse....e poi dopo anni sappiamo bene come finì...quindi se vogliamo attaccare un partito per fare propaganda almeno facciamolo su argomenti nuovi e non riciclati....

ID81162 - 13/07/2019 15:11:43 - (armandoilias) - per criticone

quindi i partiti sono tutti uguale, e vinci che la spara più grossa... e i cittadini non contano un c...

ID81163 - 13/07/2019 15:32:42 - (criticone) - armando...

...riprovaci. Questo giro non hai compreso. Mi spiace.

ID81166 - 14/07/2019 07:39:37 - (FilippoIppo) - Parla per te criticone

Io ho capito benissimo: se uno racconta panzane non si può dire nulla all'altro che racconta le stesse panzane "perchè è un argomento riciclato". Questo affermi mi pare. Uno strano modo di pensare. A questo punto sembra davvero che tutti i partiti sono uguali e che vince chi la spara più grossa, come dice armandoilias.

ID81167 - 14/07/2019 08:59:01 - (criticone) - Convinto tu della tua teoria...

...convinti tutti....

ID81180 - 15/07/2019 11:01:22 - (gvx) -

adesso arrivano i rubli tranquilli ragazzi meno tasse e bastoncini findus del capitano gratis ahahah

ID81181 - 15/07/2019 11:03:30 - (gvx) -

a me piace scherzare e buttarla sul ridere ---senza offesa per nessuno

ID81799 - 02/09/2019 22:30:19 - (criticone) - FilippoIppo....

...perchè prendersela se parlavo con un altro? Ho scritto che non hai capito? Altro? No. Punto.E poi, strano modo di pensare? Ho semplicemente ribadito che prima di parlare di tagli di qui e tagli di là, con un modo di scrivere polemico e inutile, nonchè simpatizzante di altra parte politica, sarebbe meglio riflettere sul passato e su quanto non si sia fatto. Troppo comoda sparare sugli ultimi dando dei bugiardi quando prima il mondo politico lo era, mooolto di più. Detto questo, te saludi.....

Aggiungi commento:
Vedi anche
12/01/2019 06:41

Flat tax, provvedimento iniquo Sommario: L’attuale governo è stato contestato da più parti in merito all’applicazione della Flat tax, ma di cosa si tratta?

11/10/2018 05:59

A favore dell’idea sul reddito di cittadinanza Gentile direttore, vorrei confutare quanto scritto nella lettera dal sig. Ferroni sul tema del reddito di cittadinanza in quanto ritengo che l’idea di fondo, sulla quale si basa la manovra fiscale del governo, sia la chiave per far ripartire l’economia reale

04/10/2019 09:11

Pagare tutti, pagare meno Dopo l’estate festaiola al Papetee, la cruda realtà presenta il conto. Il neo governo è alle prese con un’eredità pesante nel far quadrare i conti pubblici e contenere il debito senza ricorrere a nuove tasse

25/08/2014 14:14

Bonometti: «Gli impianti industriali non sono immobili da tassare» Il tema della fiscalità immobiliare, ed in particolare la tassazione dei fabbricati industriali utilizzati per lo svolgimento dell’attività di impresa, sta assumendo proporzioni insostenibili

17/01/2014 07:00

Renzi e Berlusconi, l'economia della politica "Comunque vada a finire" un articolo che scrissi il giorno prima la sentenza a Berlusconi, condannato dai giudici in Cassazione per frode fiscale



Altre da Valsabbia
10/08/2020

Ciao dottore

Felice Mangeri, lo straordinario diabetologo che ha curato centinaia di pazienti con percorsi innovativi, non c’è più. Aveva 60 anni

09/08/2020

Un cammino di crescita e consapevolezza

È terminata con una traversata in battello da Riva a Salò il trekking “terapeutico” sull’Alto Garda con gli educatori della coop. Area per 12 ragazzi che si trovano in regime di “messi alla prova” dal Tribunale dei Minorenni

08/08/2020

In cammino al passo del Chiese

Prenderà il via lunedì 10 agosto da Acquanegra sul Chiese per giungere domenica 16 agosto in Val di Fumo il percorso a tappe di Mirko Savi e altri 4 suoi amici per lanciare un messaggio di salvaguardia del fiume Chiese

08/08/2020

Un nuovo corso per Oss a prezzo agevolato

Il prossimo 24 agosto al via il nuovo corso di formazione per Operatori socio sanitari promosso da CMVS, Valle Sabbia Solidale, Solco Brescia e Consorzio Laghi presso l'ex centrale di Barghe, un’iniziativa a sostegno della ripartenza occupazionale post Covid-19

07/08/2020

Alle superiori lezioni in aula a rotazione

Due settimane in classe e due a casa, con l'ormai consolidata didattica a distanza. È l'ipotesi su cui si lavora per la riapertura delle scuole a settembre, unitamente ad ingressi scaglionati e aumento delle corse dei mezzi pubblici

07/08/2020

Scuole verso la riapertura, in campo le risorse statali

I fondi stanziati con il Decreto rilancio e i Pon per l'edilizia leggera aiuteranno gli istituti bresciani a ripartire con le dovute misure dopo l'emergenza sanitaria. Contributi in arrivo anche per diversi Comuni valsabbini

07/08/2020

Gavardo entra nell'Aggregazione

Con la minoranza contraria, qualche giorno fa, il Consiglio comunale di Gavardo ha deliberato di affidare alla Comunità montana di Valle Sabbia i servizi di polizia municipale ed amministrativa

05/08/2020

Non è andato tutto bene

Dal PD della Valle Sabbia, una presa di posizione, in merito ai "moti" nagazionisti registrati nei giorni scorsi al Senato, che si contrappongono ai dati sulla pandemia registrati in Regione Lombardia

05/08/2020

Appello per reperire plasma iperimmune

L'Avis di Gavardo cerca donatori idonei per la raccolta di plasma iperimmune attivata dall'Asst del Garda per la cura dei malati affetti da Covid-19

05/08/2020

Le mamme del Chiese e del Garda confidano in una soluzione di buon senso

Mamme del Chiese e mamme del Garda, unite per il buon esito della questione depurazione del Garda, in risposta ad alcune affermazioni lette a seguito del rinvio del Tavolo Tecnico, ritengono necessarie alcune puntualizzazioni. Pubblichiamo volentieri