Skin ADV
Giovedì 27 Febbraio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




25.02.2020 Bagolino Valsabbia

26.02.2020 Bione Casto

26.02.2020 Bagolino

26.02.2020 Casto

27.02.2020 Bione Casto Valsabbia

25.02.2020 Villanuova s/C Salò

25.02.2020 Storo

25.02.2020 Valsabbia Provincia

26.02.2020 Gavardo

27.02.2020 Bione



30 Maggio 2019, 06.15
Valsabbia Provincia
Il successo di Salvini

L'idea semplificata raccoglie consenso

di Valerio Corradi
Il dato politico più significativo delle elezioni europee del 26 maggio è la forte affermazione della Lega capace d’intercettare consenso praticamente ovunque, avanzando anche nel Centro e nel Sud Italia

A stupire sono soprattutto le percentuali «ungheresi» (per richiamare l’ampia affermazione dell’alleato Viktor Orbán) che la compagine di Matteo Salvini ha fatto registrare nelle aree extra-urbane e nei cosiddetti territori periferici e rurali del nord Italia.

A ben guardare, il consenso alla Lega è come un gradiente che parte dalle percentuali comunque elevate (Milano 27,4 per cento; Brescia 35,4 per cento) delle città e cresce in maniera più o meno regolare man mano che ci si allontana dalle aree urbane.

Aspetto che è ancora più chiaro se si osserva che i voti per il partito di Salvini aumentano al decrescere dell’ampiezza demografica dei comuni, raggiungendo il picco del consenso nei centri con meno di cinquemila abitanti, dove si attesta ben oltre la soglia del 50 per cento arrivando, in alcuni casi, fino al 75.

Il nesso tra orientamento di voto e scala territoriale si registra anche in altri paesi europei (ad esempio in Francia e Gran Bretagna) e pone in evidenza il peso che hanno sugli esiti elettorali le differenze centro-periferia, aree forti-deboli, grandi-piccoli centri, città-campagna.
Da una parte città nelle quali persistono orientamenti filoeuropeisti, dall’altra territori di provincia che rinforzano posizioni radicalmente critiche nei confronti dell’Unione Europea.

Queste tendenze sono rintracciabili anche nel contesto bresciano dove a premiare la Lega, col voto di più di un elettore su due, è stato un raggruppamento eterogeneo comprendente comuni delle zone rurali, piccoli centri montani, comuni residenziali e turistici (come ad esempio verso Garda e Franciacorta), aree produttive delle valli, comuni residenziali dotati di servizi e buona infrastrutturazione che orbitano intorno al contesto urbano.

Oltre che per la limitata ampiezza demografica
, l’unico vero tratto che accomuna questi centri è quello di essere «altro» dalla città e di esprimere, ormai da tempo, la propria preferenza per proposte politiche basate su categorie di pensiero semplificate e che insistono nel rimandare ad alcune sicurezze o a una qualche forma di radicamento territoriale e identitario.

In ultima istanza, il voto del 26 maggio ha ribadito che per larga parte dell’elettorato l’allentamento dei confini che un tempo separavano stati, mercati, civiltà, la costituzione di nuovi intrecci culturali e di crescenti interdipendenze su scala europea siano più un motivo di paura anziché di speranza.
Si cerca di affrontare un futuro popolato da tante incognite difendendo le certezze quotidiane del qui e ora e provando a recuperare alcuni simboli della tradizione.

Il tempo dirà se da queste posizioni, al momento prevalentemente oppositive, potranno scaturire proposte in grado di gestire la crescente complessità del mondo e di costruire qualcosa di nuovo e di migliore.

Per il momento, possiamo dire, riprendendo John Henry Newman, che più che col passato, questi orientamenti hanno a che vedere col modo di guardare e interpretare il futuro.

Valerio Corradi
Docente di Sociologia del Territorio - Uni. Cattolica
(dal Giornale di Brescia)

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID80661 - 30/05/2019 20:43:22 (bernardofreddi)
Se mi posso permettere, credo che le paure che hanno messo le ali a Salvini non siano quelle legate all'interdipendenza con l'Europa, ma a quella con l'Africa ...


ID80665 - 31/05/2019 00:40:21 (gvx) Gvx
Un abile giocoliere ...in Italia basta gridare al lupo al lupo che tutti accorrono come pecore ...il consenso democratico del voto va sempre rispettato ..non conta se ti arrestano qualche pastore per malaffare e tangenti ..basta gridare al lupo al lupo ..povera Italia ..non c è più vsperanza


ID80669 - 31/05/2019 09:13:26 (DiegoA) Mah
Non capisco il senso. In provincia di Brescia a parte Cedegolo e Collebeato (fonte GdB) il Lega nelle votazioni europee ha vinto ovunque, quindi anche a Brescia citta'.



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
07/06/2016 07:16:00
Dove va il volontariato? In questi mesi è in corso di discussione in parlamento la legge di riforma complessiva del privato sociale. Di Valerio Corradi


09/01/2019 08:00:00
Tendenze e prospettive del turismo gardesano
Se ne parlerà questo sabato – 12 gennaio – a Salò in occasione del secondo incontro della rassegna dedicata ai libri per la società gardesana, in cui verrà presentato il volume a cura di Valerio Corradi e Marcello Zane


12/07/2016 08:14:00
Le feste popolari valsabbine Chi l'aveva detto che modernità significa abbandono della tradizione? I fatti stanno dimostrando il contario. Di Valerio Corradi


24/05/2016 08:55:00
Tutela dell'ambiente, migrazioni e accoglienza Lo stile di vita e il modello di crescita economica dei paesi occidentali e di quelli in via di sviluppo stanno generando un disastroso impatto ambientale. Purtroppo c’è una generale indifferenza di fronte a queste tragedie.
Per Vsn da Valerio Corradi


12/05/2016 06:40:00
Scatti narcisistici sul web Una delle attività più praticate nella fruizione attiva dei social network consiste nell’upload di foto e video personali, i cosiddetti "selfie". Perchè, e quali sono le implicazioni sociali di questo fenomeno?




Altre da Provincia
27/02/2020

Banca Valsabbina, nel 2019 utile a 20,3 milioni (+33,7%)

Bene la raccolta (+18%), crescono anche gli impieghi a PMI e famiglie. Dividendo pari a 23 centesimi per azione, per un rendimento del 5,25%

27/02/2020

Interventi Emblematici Maggiori di Fondazione Cariplo

5 milioni di euro per organizzazioni ed enti non profit sul territorio bresciano destinati a progetti ritenuti di particolare rilevanza per il territorio, da presentare entro il 30 aprile


27/02/2020

Mercati settimanali, ambulanti sul piede di guerra

Gli ambulanti denunciano una disparità di trattamento rispetto ai supermercati. Contestata la delibera della chiusura del mercato di mercoledì a Gavardo. A Villanuova confermato quello di venerdì. Intanto i bar riaprono alla sera

25/02/2020

Per una settimana messe senza fedeli

Fino a domenica 1 marzo nelle chiese celebrazioni senza fedeli, anche per il Mercoledì delle Ceneri e per l'apertura a Brescia del Giubileo delle Sante Croci. La lettera del vescovo Tremolada ai fedeli della diocesi


25/02/2020

Enrico Zanoncello trionfa alla Coppa San Geo

Il ciclista veronese della Zalf si è imposto nella 96esima edizione della Coppa San Geo - 50° Trofeo Caduti di Soprazocco, che apre la ricca stagione agonistica 2020


25/02/2020

Giusta attenzione, no psicosi

Nell’incontro del Prefetto con i sindaci bresciani ribadito l’obiettivo delle misure drastiche per contrastare il contagio di Coronavirus, per evitare conseguenze sulla sanità pubblica
Aggiornamento ore 9.00


24/02/2020

«Yoursay!», voce ai giovani

“Cosa ne pensi?”, “Di cosa hai bisogno?”. Queste e altre ancora le domande che la Regione Lombardia rivolge ai giovani tra i 16 e i 35 anni in un sondaggio che servirà a definire nuovi servizi e opportunità

24/02/2020

Ecomuseo del Botticino premia il talento

C’è tempo fino a questo sabato, 29 febbraio, per candidarsi al concorso che Ecomuseo del Botticino ha indetto per premiare chi si è contraddistinto in ambito artistico, culturale, professionale e sociale con azioni, opere e progetti che valorizzano il territorio


23/02/2020

Sospese anche le Messe

In attesa di nuove disposinzioni delle autorità, da oggi alle 16 sono sospese le Messe vespertine della domenica e lunedì 24 celebrazioni senza assemblea. Per i funerali solo i parenti stretti


23/02/2020

Zero Irap, estesa fino a 15 mila abitanti

La Giunta Regionale lombarda ha approvato una delibera che conferma ed estende l’esenzione dell’imposta regionale per l’apertura di nuovi esercizi commerciali

Eventi

<<Febbraio 2020>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia