Skin ADV
Lunedì 21 Ottobre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    






Bagolino, in attesa dell'autunno

Bagolino, in attesa dell'autunno

di Antenore Taraborelli



20.10.2019 Capovalle Valsabbia Provincia

20.10.2019 Gavardo Valsabbia

19.10.2019

19.10.2019 Salò

19.10.2019 Capovalle

19.10.2019

20.10.2019 Preseglie

19.10.2019 Gavardo Valsabbia

20.10.2019 Vestone Valsabbia

20.10.2019 Bagolino






09 Luglio 2015, 07.19
Valtenesi
Libri

Incontro e drink con l'autore

di Giuseppe Maiolo
Riprendono questo sabato sera gli "Happy Book" all'Officina del Benessere di Puegnago, con "Quel giorno di uve rosse" e l'incontro col suo straordinario autore: Alfredo Bonazzi. Partecipazione libera, ma con prenotazione

Quel giorno di uve rosse di Alfredo Bonazzi è il libro pubblicato di recente, che ci farà conversare e leggere insieme al poeta la sua poesia.
Con lui potremo conoscere direttamente dalla sua voce le tante storie che albergano in ogni suo verso e attraversano la sua intera vita e la sua anima.

Io l’ho conosciuto un tempo ormai lontano, quando da poco, pochissimo, con la sua poesia andava a regalare a tutti quelli che lo avvicinavano la storia dolorosa di una vita privata della libertà, passata dal riformatorio al duro carcere criminale.

Non era solo il poeta che incontravo e la cui lirica, come sa fare la poesia vera, in un attimo ti cattura e ti prende la mente e l’anima, ma l’uomo che con con la poesia era risorto alla vita e la andava narrando.
L’ho sentito portare con i suoi versi, in certi attimi frecce appuntite che ti trafiggono fino in profondità, quella sua storia che gli pesava sulle spalle e che era un tutt’uno con il poeta, anzi ne costituiva il DNA .

L’ho visto una sera, in quel primo incontro sul palco di un teatro, forte come una roccia capace di resistere ai venti e ai geli ma  al contempo delicata creatura che ti consegnava, senza addolcire la pillola, il suo Caino interno che teneva con sé dall’infanzia.
C’erano nel suo raccontare gli eventi che lo avevano crocefisso ma anche liberato dalle catene di tanti letti di contenzione che aveva conosciuto, il  dolore  lungo una vita che solo la parola poetica, non magica formula taumaturgica, ma faticosa ricerca di senso, aveva almeno un po’ levigato.

Ricordo che a me, giovane ma già appassionato studioso dell’uomo e della psiche,
quella parola salvifica intrisa di sofferenza, pungente come un rovo di spine ma pure stracolma di energia e di potenza che ti libera e ti fa volare, mi apparteneva.
Me ne ero accorto da tempo che la poesia e la parola da raccontare e da vivere, mi scorrevano dentro e quella sera di un lontano 1974, Bonazzi e i suoi versi da poco dati alla stampa nel libro-storia Ergastolo Azzurro,  travolsero me e gli altri.
O meglio ci inchiodarono alla poltrona, paralizzati da un misto di sentimenti che andavano dall’angoscia per la malvagità umana ma pure dall’energia che ti trasmettono i suoi versi e ti impongono il  riconoscimento della sofferenza di cui è denuncia tutta la sua poesia.

Quel giorno di uve rosse,
ripubblicato recentemente dalla Casa editrice San Paolo, è ancora una volta la narrazione di accadimenti, come la visita di Giovanni XXIII al carcere romano di Regina Coeli, che il poeta rivisita con la memoria.
I versi che incontri dentro questo piccolo libro dell’anima, non solo sono parole ma gesti, rumori, odori che ti fanno sentire l’inferno di un letto di contenzione e la prigionia della mente che Bonazzi ha incontrato più volte nella sua esistenza.

E’ una specie di  Salterio, o libro dei Salmi, che dovresti leggere accompagnandolo alla musica perché non puoi scindere in queste liriche cosa è lingua e cosa è suono, vibrazione, accordi.
Poesie che uniscono insieme la testimonianza, il ricordo, l’assurdità del male e il dolore, ma anche la preghiera e il canto alla vita che può riscattare quando c’è sinergia e sintesi tra gli elementi, tra corpo e anima, mente e cuore.

Si tratta di una silloge dolente di quel transito umano che fu la visita di un papa tra gli “squalificati a vita” che, come Bonazzi, non riescono nemmeno a farsi il segno della croce perché inchiodati dall’irragionevolezza della tortura come sistema di riabilitazione che solo gli esseri umani sanno infliggere ai propri simili.

E’ un libro poetico, non solo perché è fatto di poesie
, ma soprattutto per l’umana presenza della fiducia portata dietro le sbarre da un umile uomo vestito di bianco che, come dice il poeta, consente di “ricostruire un altare di fede con le rovine di un’intera vita” .

Giuseppe Maiolo

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG







Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/05/2015 06:54:00
L'altra opportunità Edizione numero dodici questo sabato per l'appuntamento stagionale vobarnese con lo scambio gratuito dei libri. Una proposta di Agape: fiabe e disegni per i bimbi, conversazione e piccolo rinfresco per gli adulti


30/07/2010 09:42:00
Libri per libri ad Anfo Nelle giornate di sabato e domenica la biblioteca del piccolo centro lacustre organizza un mercatino del libro.

27/12/2015 22:43:00
Quel caratteristico odore dei libri, da dove arriva? A chi non è mai capitato di entrare in una libreria o in una biblioteca e di respirare a fondo l'odore unico e inconfondibile dei libri? Di cosa si tratta? Sappiate intanto che è un fenomeno sconosciuto ai libri di qualche secolo fa


17/05/2019 14:30:00
Un'altra opportunità... per i libri Tutto gratis: porti un tot di libri e puoi portartene via altrettanti. Questo sabato 18 maggio dalle 15 alle 18 nella biblioteca di Vobarno per iniziativa dell’associazione Agape

10/09/2013 11:30:00
Libri nuovi e libri vecchi La biblioteca comunale di Vallio Terme mette in vendita dei vecchi libri a prezzo simbolico, e il ricavato sarà utilizzato per ampliare il patrimonio librario con nuove pubblicazioni



Altre da Valtenesi
14/10/2019

La buona salute

Continuano gli appuntamenti della rassegna “FeliceMente”, dedicata alla cultura come cura. Questo martedì, 15 ottobre, la kermesse fa tappa a Manerba per un incontro con due ospiti d’eccezione

09/10/2019

Danneggiano un camping, in sei nei guai

I carabinieri della stazione di Manerba del Garda, hanno denunciato sei giovanissimi della Val Trompia, di cui solo uno poco più che maggiorenne, dopo una notte brava (5)

09/10/2019

Leggere è un gusto

La rassegna “FeliceMente” fa tappa a San Felice del Benaco. Appuntamento questa sera – mercoledì 9 ottobre – con un incontro dedicato a libri, sapori e salute

08/10/2019

Profumi di mosto

Torna in Valtenesi una tra la più importanti e riuscite iniziative in fatto di enogastronomia. L'appuntamento è per questa domenica, 13 ottobre


01/10/2019

L'arte di camminare

Il cammino al centro dell’appuntamento di “FeliceMente - La cultura cura” questo mercoledì 2 ottobre a Puegnago del Garda

28/09/2019

Tante le inizative a Nuvolento

Anche l’Istituto comprensivo di Nuvolento si è mobilitato in occasione del terzo Global strike ideato e promosso dal movimento Fridays For Future, guidato dall’attivista svedese Greta Thunberg

19/09/2019

«Voce forte piano»

Questo sabato sera, 21 settembre, a Moniga appuntamento con il concerto di Paola Quagliata e Silvia Sesenna per la rassegna “Suoni e Sapori del Garda”. A corredo dell’evento una visita guidata e una degustazione di olio

17/09/2019

I libri insegnano talenti

Questa sera – martedì 17 settembre – la rassegna “FeliceMente” fa tappa a Soiano del Lago per un incontro con il dott. Piergiulio Poli, che parlerà della lettura come strumento per conoscere se stessi


10/09/2019

Due tappe per la «Cultura che cura»

Continuano gli appuntamenti della rassegna del Sistema Bibliotecario Nord Est Bresciano dedicata al legame tra cultura e benessere. Questa sera - martedì 10 settembre - un reading – concerto a Polpenazze e giovedì un incontro al Museo del Ferro di Odolo 

09/09/2019

Sfilata bagnata

Nonostante una pioggia incessante, un migliaio di Penne nere ha sfilato ieri a Polpenazze per la conclusione dell’Adunata della sezione “Monte Suello” di Salò

Eventi

<<Ottobre 2019>>
LMMGVSD
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia