Skin ADV
Giovedì 22 Febbraio 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    







20.02.2018 Vobarno Valsabbia

20.02.2018 Preseglie

20.02.2018 Barghe

20.02.2018 Vestone Gavardo Valsabbia

21.02.2018 Idro Vobarno Sabbio Chiese Villanuova s/C Garda

21.02.2018 Giudicarie

21.02.2018 Gavardo

21.02.2018 Preseglie

21.02.2018 Vobarno Valsabbia

21.02.2018 Preseglie






25 Novembre 2017, 15.15
Vestone
Valsabbini

Modesto Bolzoli, un ritratto

di Giancarlo Marchesi
Questa domenica 26 novembre si chiuderà la mostra in onore di Modesto Bolzoli in corso di svolgimento negli spazi espositivi dell'associazione "Via Glisenti 43" in Vestone, che ha riscosso ampio successo di critica e di pubblico. Un ricordo per rendere omaggio alla figura e all'opera del compianto artista-artigiano vestonese

La traiettoria artistica di Modesto Bolzoli è strettamente legata alle sue esperienze professionali e ai suoi molteplici interessi.
Figlio della terra sabbina, Modesto ha sempre avuto una spiccata predilezione per le attività pratiche, quelle nelle quali potessero emergere il suo estro e la sua manualità.

Non è certo un caso che, sotto l’aspetto professionale, non abbia voluto spendere sul mercato del lavoro locale il suo diploma di perito metallurgico, ottenuto con pieno merito al prestigioso Istituto “Castelli” di Brescia.

A metà degli anni Settanta,
quanto appena ventenne ottenne il diploma, la figura del perito metallurgico era fortemente richiesta dalle aziende siderurgiche valligiane, che in quella fase attraversavano una congiuntura positiva. Tuttavia Modesto, dopo una prima esperienza lavorativa in una delle maggiori realtà locali, comprese che la siderurgia non era confacente alla sua vena d’artigiano-artista.

Per sentirsi a proprio agio nel lavoro, doveva trovare un’attività che potesse valorizzare le sue abilità e il suo amore per il “fare”. Ben presto, scopre nell’attività di restauratore un filone professionale che appaga pienamente la sua indole.

Le difficoltà non mancano, ma le soddisfazioni neppure: trascorso un primo periodo di apprendistato presso il rinomato antiquario bresciano Navoni, acquisisce una propria clientela. Questo permette a Modesto di aprire un proprio laboratorio.

Il sogno, caparbiamente perseguito
, di aprire un’attività artigianale autonoma che potesse premiare la suo prezioso estro si era avverato.
Negli anni la sua bottega riscuote consensi e apprezzamenti ben oltre l’ambito locale, ma a Modesto questo non basta: la suo voglia di intraprendere nuove esperienze lo porta a cimentarsi con la difficile arte dell’intarsio, frequentando corsi professionali in Umbria.
È in questa fase, a cavallo tra la metà degli anni Ottanta e i primi anni Novanta, che si avvicina alla pittura. Le opere di quel periodo sono realizzate per semplice diletto, per dare sfogo alla sua creatività.

Sempre in quegli anni,
si rafforza il legame di Modesto con la sua terra attraverso il contatto diretto con la natura: la vicinanza alla vallata si concretizza con la realizzazione di un erbario. Questa preziosa raccolta di fiori lo porterà a individuare e catalogare in un ventennio oltre duecento esemplari di flora valligiana.

Sul finire del Ventesimo secolo
, Modesto trova nel raku  - l’antica tecnica di cottura giapponese in grado di esaltare l'armonia delle piccole cose e la bellezza nella semplicità e naturalezza delle forme - un ambito artistico che lo appassiona e lo coinvolge.

La realizzazione di oggetti poveri,
lo porta a realizzare un proprio forno e ad eseguire personalmente la cottura dei vari lavori, attraverso il carbone vegetale. Quello stesso carbone di legna, da sempre ottenuto con maestria dai nostri montanari. Per l’ennesima volta, quindi, Modesto pur avvicinandosi ad una esperienza lontana, trova il modo di valorizzare la tradizione della sua terra, quella vicina alle sue radici.

Con il nuovo millennio inizia pienamente il suo percorso pittorico: sono di quegli anni i lavori astratti che saranno esposti con ampi riconoscimenti in svariate mostre tanto personali quanto collettive da Vestone a Sabbio Chiese da Lavenone a Brescia. Le opere realizzate su supporti naturali, una volta compite erano oggetto di stimolati riflessioni in ambito familiare: ciascuna opera era vagliata attraverso l’occhio amorevolmente critico della moglie e delle figlie, che condividevano la passione per l’arte.

Quadro dopo quadro, soprattutto nell’ultima fase, quella della malattia, i temi e lo stile si sono evoluti e hanno seguito la traiettoria umana di Modesto: il suo stato d’animo si è riflesso in colori più tenui e soggetti meno duri, meno spigolosi, più “morbidi”.

Non vi è dubbio, concludendo, che con questa retrospettiva rendiamo omaggio all’artista. Ma è altrettanto vero che in questa iniziativa c’è di più: attraverso questa esposizione rendiamo il dovuto onore all’uomo, alle sue passioni, al suo estro che hanno avuto come tratto distintivo il legame con la sua amata terra.
Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/11/2017 11:25:00
L'arte di Modesto Bolzoli A poco più di un anno dalla scomparsa, Vestone omaggia l’eclettico artista-artigiano vestonese con una mostra dedicata alle sue opere

29/03/2012 08:00:00
«Il sogno e la veglia» Sarà inaugurata venerdì 30 marzo alle 20.30 a Lavenone la mostra personale dell’artista vestonese Modesto Bolzoli.

18/08/2011 07:00:00
Impressioni a colori Alla Casa Torre di Ono Degno, dal 19 al 26 agosto, esporrà le sue opere Modesto Bolzoli.

26/09/2013 10:00:00
Ritratto, specchio dell'anima Questo venerdì sera la sala dei Provveditori a Salò ospiterà una conferenza del critico d'arte Simone Fappanni sul ritratto nella storia dell'arte

05/05/2008 00:00:00
A Serle un «Ritratto di paese» Ieri alle 16, nel Museo Boifava di Serle, il pittore Felice Bodei ha presentato il suo «Ritratto di paese». Una mostra insolita, e non soltanto mostra, ma anche riunione festosa di paese, perché è tutta dedicata a volti e luoghi di Serle.



Altre da Vestone
20/02/2018

Perde una ruota e non se ne accorge

L’inconveniente è capitato ad un camionista di Campobasso mentre per conto di una ditta del Milanese risaliva la valle con un carico di granulati di plastica

19/02/2018

Un'altra vittoria per le giovani Leonesse

La categoria giovanissime del Brescia calcio femminile, in cui milita la vestonese Alessandra Zanaglio, ha vinto per 1 a 0 la partita contro il Milan spa   (2)

19/02/2018

«Cuori puri», Roberto De Paolis incontra il pubblico

Il regista, al suo primo lungometraggio, sarà al Cinema di Vestone questo giovedì, 22 febbraio, per incontrare gli spettatori

19/02/2018

«Il passaggio generazionale nell'impresa»

Questo il tema dell'interessante convegno in programma per questo giovedì, 22 febbraio, nella sala della Comunità Montana a Vestone 

17/02/2018

Da Vestone a Berkeley

La pubblicazione sulla rivista Current Biology di una ricerca del vestonese Mauro Manassi, attualmente ricercatore e docente all’Università di Berkeley in California, è stata l’occasione per contattarlo e fargli qualche domanda sulla sua esperienza all’estero (2)

17/02/2018

Scuola Long C'hi, campioni d'Italia

Ottimi risultati per l’associazione sportiva di arti marziali valsabbina conseguiti al Junior Italian Open, Campionato Italiano Giovanile di Brazilian Jiu Jitsu UIJJ svoltosi lo scorso weekend a Parma

15/02/2018

Verso il 4 marzo

Questo venerdì 16 febbraio a Vestone un incontro proposto dalla Commissione biblioteca con il prof. Claudio Martinelli su come funziona la nuova legge elettorale

13/02/2018

Buona la prima

Iniziata bene la prima giornata di ritorno del campionato per le giovanissime del Brescia calcio femminile dove milita la vestonese Alessandra Zanaglio (1)

13/02/2018

Ortopedia, visite anche a Salò e a Nozza

Si amplia l’attività ambulatoriale di ortopedia con visite e controlli anche presso i presidi territoriali per favorire la popolazione dell’Alto Garda e della Valle Sabbia

08/02/2018

Si ribalta in via Casimiro Bonomi

Spaventoso incidente nella stretta via che dalla piazza di Vestone passa dietro la ex Ave e sale verso Promo. Mamma e bimba di soli 4 mesi si ritrovano con le ruote per aria



Eventi

<<Febbraio 2018>>
LMMGVSD
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia