07 Luglio 2020, 09.37
Vestone Capovalle
Alpinismo giovanile

Un poco di luce rischiara la montagna

di Raffaele Vezzola

Due escursioni per i ragazzi del Cai di Vestone: il Cai Giovanile sul monte Stino e quelli dell’Alpinismo giovanile sul Manos


Dieci giorni fa abbiamo avuto il via libera da parte del CAI Centrale: le regole ricevute sono chiare. Stilato un regolamento di comportamento, preparata la locandina, abbiamo inviata la proposta alle famiglie e domenica 5 luglio abbiamo aperto l’attività dei ragazzi del CAI Vestone.

Due gruppi e due diverse destinazioni come regole impongono.

Il CAI Giovanile, accompagnato dai volontari della sezione, si sono diretti verso il monte Stino. I ragazzi trasportati sulle macchine dei genitori hanno raggiunto Mandoal, la frazione di Capovalle dove sono stati presi in carico dai volontari CAI.

Prima della partenza dell'escursione vanno ricordate a tutti i partecipanti, le norme di comportamento, sicurezza e distanziamento previsti, precisando che se non saremo in grado di rispettare tali norme, saremo costretti a interrompere le attività future…

Ma la voglia di stare insieme è tanta, e per i ragazzi una mascherina o la distanza di un braccio non possono certo ostacolare la giornata che ci aspetta.

La salita è sul sentiero CAI 477 che, passando dal fienile di Stino, porta fino al rifugio per poi raggiungere la sommità erbosa del Monte Stino (m 1467), il belvedere che domina il lago d’Idro e le vette circostanti.

Meritato pranzo al sacco e poi via per la visita ad alcune postazioni risalenti al primo conflitto mondiale. Ne seguiamo brevemente il percorso dapprima solcando prati con splendido scorcio in direzione del lontano Monte Guglielmo e della più vicina Corna Blacca.

Accaldati e un poco stanchi, torniamo al punto di partenza, lungo la comoda strada che ci riporta a Zumiè.

Tante le facce nuove degli iscritti di quest’anno e molte quelle conosciute negli anni scorsi. Qualche vescica e un poco di stanchezza, non riescono a smorzare il piacere dell’andare in montagna.

I ragazzi dell’Alpinismo Giovanile hanno come destinazione il monte Manos (1517 m), meta un poco più ambiziosa, adatta ai ragazzi più grandi.

Partenza dal passo di San Rocco per poi raggiungere Cocca Veglie, dove si intravede la cima del monte che raggiungiamo salendo il bel sentiero a tornanti mai troppo ripido. Spuntino sotto la croce di vetta per poi scendere la cresta che cala verso Vesta di Cima.

Vogliamo raggiungere la Vecchia Dogana per vedere dove poco più di cento anni fa, si trovava il confine con l’Austria. Lungo il tragitto, deviamo il percorso per permetterci una seconda salita che ci porta  sul monte Carzen (1507 m).

Pranzo al sacco sul morbido prato di fronte alla malga che una volta era la caserma dove dormivano i doganieri.
Indugiamo a lungo scambiandoci ricordi e progetti…
È bello essere di nuovo insieme in montagna.

Bisogna però rientrare: attraversiamo lungamente sul versante che guarda verso la Valvestino (l’antica Austria) completando un giro intorno al Manos che ci riporta al punto di partenza dove ci aspettano i genitori.

Bella uscita. Il Gruppo si è ritrovato e rinsaldato subito: la montagna è una grande medicina…

Ora forza! Sotto a preparare il programma per i mesi che ci restano in questo 2020, nel quale abbiamo imparato tante parole nuove che mettono un poco di angoscia: pandemia, distanziamento, emergenza, contagio, lockdown, terapia intensiva…
Parole oscure che speriamo di dimenticarci presto.

Alla prossima.

Raffaele


Vedi anche
29/01/2015 09:45

Escursione notturna sul monte Manos È in programma questo sabato, 31 gennaio, la gita notturna sul monte fra Capovalle e Treviso Bresciano, organizzata dal Cai di Vestone, con cena finale in agriturismo

14/06/2012 10:20

Sul Manos in mountain bike La sottosezione di Vestone del Cai propone per domenica una traversata sulle ruote grasse del monte che domina Capovalle

01/09/2016 10:21

Il primo Vertical sui camminamenti della Grande Guerra Bione Trailers Team e Gruppo Alpini di Capovalle, in collaborazione con Rifugio Monte Stino, lanciano per sabato una nuova inedita sfida di 4,6km su un dislivello positivo di 1070 metri: il primo Vertical Monte Stino

14/07/2017 16:18

«Tunì, l'pustì» arriva sul Monte Stino Interessante pomeriggio culturale e storico quello atteso per domenica 16 luglio nel percorso delle trincee del Monte Stino, a Capovalle

03/08/2015 09:50

Salita al monte Censo Un’uscita fuori programma quando sul monte Censo a Anfo il 20 luglio scorso, quando imperava “Caronte”, nell’ambito della proposta di Alpinismo Giovanile del Cai di Vestone



Altre da Capovalle
05/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

02/08/2020

Il diavolo fa le pentole...

…non il coperchio, che sotto forma di tombino si è messo in mezzo nella manovra disperata di un motociclista. Poi il volo in elicottero

29/07/2020

Alla scoperta della Valle Sabbia

Per iniziativa dell’Agenzia territoriale per il turismo della Valle Sabbia e del Lago d’Idro, sono state effettuate la scorsa settimana le riprese di Cremona1 Tv per quattro nuove puntate dedicate alla nostra valle

29/07/2020

Buon Bracconiere, prosegue l'attesa

Sembrava l’anno buono per il ripristino dei festeggiamenti sul Manos in onore della Madonna del buon Bracconiere. Invece no, tutto rimandato al 2021

23/07/2020

Lungo al tornante

Brutta avventura per un centauro tedesco di 23 anni, elitrasportato al Civile di Brescia con codice rosso dopo la caduta fra Capovalle e Molino di Bollone

18/07/2020

Capovalle, l'isolamento ha giovato

Il piccolo comune montano ha superato senza troppe conseguenze l’emergenza coronavirus. I fondi statali sono serviti per diminuire le tasse alle imprese

13/06/2020

Tre mesi di lavoro per un municipio tutto nuovo

E’ quello di Capovalle che presto sarà oggetto di un profondo intervento di sistemazione

05/06/2020

Tamponi gratis per tutti

E’ quello che hanno chiesto 65 sindaci bresciani scrivendo a Fontana e Gallera. Al massimo il pagamento del ticket. Cinque i firmatari valsabbini

02/06/2020

Dispersi sullo Stino

Spaventati perché temevano di dover passare la notte all’addiaccio, hanno chiamato i soccorsi. Sono stati recuperati dai Vigili del fuoco e dagli uomini del Soccorso alpino

06/05/2020

L'Unità pastorale sul web

È quella di Santa Maria ad Undas che raggruppa le parrocchie di Anfo, Capovalle, Idro e Treviso Bresciano che ha sfruttato gli strumenti online per mantenere i contatti con i fedeli durante questo periodo di distanziamento forzato