Skin ADV
Martedì 25 Febbraio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    








El capel de or dei Balarì

El capel de or dei Balarì

di Rita Treccani



23.02.2020 Valsabbia Provincia

25.02.2020 Bagolino Valsabbia

23.02.2020 Bagolino

24.02.2020 Bagolino

23.02.2020 Salò Valsabbia Garda

25.02.2020 Villanuova s/C Salò

23.02.2020

23.02.2020 Barghe Valsabbia

23.02.2020 Vobarno

24.02.2020 Agnosine



26 Luglio 2019, 07.37
Vestone Vobarno Valsabbia
Aziende

Oltre il miliardo

di val.
Tutti col segno + i "fondamentali" del bilancio 2018 per il Gruppo Silmar, con un fatturato che per la prima volta, e lo fa "di slancio", supera il miliardo di Euro

Silmar Group, che prende il nome dal fondatore Silvestro Niboli e la forma del marchio dalla moglie Margherita si conferma come realtà industriale italiana innovativa ed improntata al miglioramento continuo.

Sette sono i petali che compongono il logo come i figli che, nel segno della continuità, portano avanti oggi una realtà industriale coadiuvati dai collaboratori che ne condividono la missione e i valori rappresentati dall’ottavo petalo.

Il Gruppo è attivo in più di 100 mercati e conta 3.231 collaboratori, di cui 1.775 in Italia con una crescita di oltre il 10 %.

Una particolare attenzione alla ricerca ed all’innovazione ha portato alla diversificazione ed al consolidamento delle 3 principali settori del Gruppo che sono:

1. Fondital, produttore di radiatori in alluminio, caldaie e pompe di calore per il riscaldamento e getti strutturali per il settore automotive;

2. Raffmetal, raffineria di leghe di alluminio da riciclo;

3. Valsir, produttore di sistemi idrotermosanitari; Oli, produttore di cassette di risciacquo e canne fumarie, Marvon, produttore di articoli galvanoplastici, termoplastici, prodotti per l’arredamento e sicurezza e Alba produttore nel settore sifoni;

La politica aziendale di Silmar Group, da sempre attenta ad investire costantemente nell’innovazione e nella R&S, ci ha permesso di ottenere importanti risultati, raggiungendo un fatturato aggregato di € 1.011.840.000, che per la prima volta nella storia del Gruppo supera il Miliardo, pari a circa +10% rispetto all’esercizio precedente, con utile netto aggregato di € 51.531.000.

Silmar Group chiude l’esercizio 2018 con i seguenti dati aggregati di bilancio:

  2018  2017 VARIAZIONE %
Fatturato 1.011.841.000 916.777.000 + 10 %
Investimenti 79.686.000 54.689.000 + 46 %
MOL/EBITDA 115.754.000 86.574.000 + 34 %
Ammortamenti 40.333.000 38.232.000 + 6 %
Utile netto 51.531.000 35.198.000 + 46 %
Cash flow 92.496.000 76.169.000 + 21 %
Dipendenti totale 3.210 2.993 + 7 %
Italia 1.775 1.611 + 10 %
Estero 1.435 1.382  + 4 %

«Nell’ultimo triennio il Gruppo Silmar ha investito oltre 150 milioni di € - fanno sapered al Gruppo -, prevedendone altrettanti per il prossimo triennio, con l’obiettivo non di aumentare la capacità produttiva, bensì l’efficienza produttiva ed energetica e la sostenibilità ambientale».

Ed ecco quanto "pesano" le singole aziende del Gruppo sul bilancio complessivo.

FONDITAL

Opera nel settore del riscaldamento domestico e chiude positivamente il 2018 posizionandosi come leader nel settore, con un fatturato complessivo di € 160.725.000 ed investimenti di 36.000.000 €.

Riscaldamento: radiatori, caldaie, pompe di calore
Lo stabilimento Fondital di Lipetsk in Russia è stato ultimato lo scorso settembre grazie all’ impegno e lavoro di tutti i collaboratori che hanno reso produttivi i 15.000 MQ secondo la tempistica programmata. Un investimento totale di 15.000.000 € che garantisce oggi a Fondital una costante presenza sul mercato russo per i radiatori e le caldaie.

Proseguono anche gli investimenti nella formazione e potenziamento della rete commerciale di vendita dedicata ai radiatori, alle caldaie e alle pompe di calore che ci ha permesso di mantenere la leadership in un mercato in flessione, anche grazie alla collaborazione con importanti aziende multinazionali.

Automotive: getti strutturali per il telaio delle auto

In base alla strategia perseguita nell’ultimo triennio, prosegue il completamento della riconversione di parte della produzione del sito di Vobarno, convertendo parte delle linee dei radiatori alla realizzazione di getti strutturali per il settore automotive, nella gamma alta.

Sono oggi in costruzione gli stabilimenti che saranno dedicati alla lavorazione e al trattamento termico dei getti strutturali, così da poter offrire agli OEM un servizio completo e operare come unico produttore italiano in un settore oggi occupato solo da multinazionali europee ed extra UE.

Il know how e l’esperienza storica nel settore della pressofusione, unitamente ad oltre 15.000.000 € investiti solo durante il 2018, ci hanno infatti permesso di entrare in questo nuovo segmento di mercato in crescita, al fine di mantenere i livelli occupazionali precedenti, raggiungendo l’investimento totale nel settore automotive di 25.000.000 €.

RAFFMETAL
 
Raffmetal nasce il 29 Giugno del 1979 e quest'anno compie il suo 40° anniversario.
Leader europeo nella produzione di leghe di alluminio da riciclo, grazie ai constanti investimenti e alla R&S interna alla azienda, oggi il suo processo produttivo rappresenta un esempio di eccellenza di economia circolare.

L’esercizio 2018 ha chiuso con un fatturato di 469.000.000 €, investimenti per oltre 12.000.000 € e un totale di 360 dipendenti.
L’avvicendarsi durante l’anno delle politiche protezionistiche attuate dai principali paesi economici come Usa e Cina, nonché l’evoluzione di una sempre più stringente normativa sulle emissioni di CO2 che sta incentivando e promuovendo la produzione di auto elettriche, hanno determinato una crescita dell’incertezza e quindi una minore domanda delle leghe di alluminio destinate al settore powertrain.

In un contesto quindi di overcapacity strutturale, l’obiettivo di Raffmetal è stato quello di dedicare gli investimenti al miglioramento costante della propria efficienza produttiva e ambientale al fine di poter continuare a competere in un mercato in contrazione. Inoltre, per diversificare la produzione, verranno introdotte delle leghe primarie da materiale di riciclo che garantiranno un miglioramento del carbon footprint per i nostri clienti.

Impianto di recupero del calore
L’impianto di recupero calore, che recupera i fumi della fonderia tramutandoli in vapore, permette oggi di diminuire le emissioni di CO2 di circa 50 kgCO2/ton di alluminio prodotto, garantendo l’impronta sostenibile dell’azienda a livello globale.

VALSIR

Valsir è nata nel 1987 ed è una realtà solida in continua crescita, dinamica ed innovativa, capace di coniugare efficienza industriale e sostenibilità ambientale tenendo fede ai propri valori fondanti quali passione, qualità ed efficienza. I risultati ottenuti, confermati anche da una crescita costante ed un significativo incremento del fatturato rispetto all’anno precedente, testimoniano che la strada intrapresa è quella giusta.

I risultati ottenuti derivano anche dal forte spirito di internazionalizzazione che ha portato Valsir a creare ben 9 unità produttive e/o commerciali all’estero con il fine di presenziare e vendere in questi paesi e non certo per dislocare la produzione.

La presenza di Valsir, oltre agli stabilimenti situati in Vallesabbia, si riscontra all’estero, in Polonia con l’azienda Valsir Polska, in Russia con l’azienda Sinikon, in Romania con le aziende Valrom e Valplast, in Ucraina con l’azienda Valrom Ukraine, in Francia con Valsir France, in Australia con Valsir Australia, in India con Valsir India e in Sud Africa con Valsir Uneeq.
Oltre a partecipazioni e creazioni di aziende che mirano alla produzione e alla commercializzazione di prodotti affini all’attività caratteristica di Valsir, sono state altrettanto importanti le partecipazioni e acquisizioni di aziende che lavorano in mercati complementari. Tali società hanno creato sinergie di importanza rilevante come con Oli (con stabilimenti in Portogallo, Italia, Germania e Russia), Oli Moldes (in Portogallo), Marvon e Alba (in Italia).

Queste sinergie hanno dato la possibilità di generare un fatturato totale, con le sue controllate e associate nel mondo, di oltre 374.000.000€.
Valsir conferma la sua leadership nel settore idrotermosanitario a livello internazionale nella produzione di sistemi di scarico, riscaldamento e raffrescamento a pavimento sistema di drenaggio sifonico delle acque meteoriche, adduzione idrica e gas combustibile, cassette di risciacquo con placche di design e sistemi bagno.

Nell’ultimo biennio a completare la gamma prodotti sono stati inseriti sistemi di ventilazione meccanica controllata, MFV (montaggio facile e veloce) oltre che la building division con sistemi di scarico per fognature e depurazione delle acque reflue e la raccolta delle piovane.
Blackfire è invece l’ultimo nato. E’ l’innovativo sistema di scarico insonorizzato, con proprietà di alta resistenza al fuoco.
Stabilimento Valsir, Vestone

Il saper leggere il mercato e lo stare al passo con i tempi, riuscendo anche a prevedere con largo anticipo alcune dinamiche, hanno portato Valsir ad ottenere importanti riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale.

Tra i vari premi conseguiti, Valsir è stata premiata come “Azienda che Promuove la Salute” per il terzo anno consecutivo nell’ambito del progetto Workplace Health Promotion promosso da AIB, ATS Brescia e Regione Lombardia.

L’esercizio 2018 si è svolto mantenendo le linee guida strategiche del miglioramento continuo che ha portato ad un incremento delle vendite di Valsir SPA del 14% pari ad un fatturato di oltre 157.000.000 €.
Sul fronte dell’occupazione, Valsir spa spicca per il continuo incremento e potenziamento delle risorse umane, arrivando al termine dell’anno 2018 a 526 risorse, in aumento di circa il 4% rispetto all’esercizio precedente.

La politica di investimenti ha mantenuto il trend positivo degli anni precedenti. Gli oltre 12.000.000 € di investimenti sono stati destinati principalmente ad efficientare la struttura produttiva, la competitività commerciale ed a potenziare il reparto R&D in un’ottica di miglioramento continuo degli standard qualitativi di prodotto e di performance sul mercato.
Sono proseguiti gli investimenti mirati all’efficientamento energetico che hanno portato Valsir a vantare una delle prime strutture produttive in classe energetica A.

Valsir ha individuato nella formazione la leva strategica per affrontare un mercato sempre in continua evoluzione. L’ente formativo interno: Valsir Academy, opera da anni al fine di avere sia collaboratori interni che partner commerciali altamente preparati.
Avere persone costantemente formate ed aggiornate è un valore aggiunto per un’Azienda e resta un punto imprescindibile. Sono state oltre 8200 le ore dedicate alla formazione interna, è stato potenziato il rapporto con le scuole con oltre 300 studenti venuti in visita negli stabilimenti e 21 studenti che hanno fatto esperienza di alternanza scuola lavoro e stage.
La formazione dell’attività di Valsir Academy ha portato a risultati molto importanti anche per la formazione di professionisti in tutto il mondo. Sono state infatti più di 5000 gli esperti del settore che sono stati formati durante l’anno 2018.

La riconoscibilità del brand Valsir
si attesta a livello internazionale grazie anche alle importanti sponsorship sportive ed a un’attenta politica di marketing che pianifica, struttura e diversifica le azioni. Il 2018 ha visto l’azienda impegnata in promozioni mirate sul prodotto, partecipazioni a fiere internazionali, organizzazione di eventi e pubblicità sia su riviste specializzate che su canali televisivi.

Il territorio che abitiamo è una risorsa preziosa da preservare e rispettare.
Le politiche energetiche di Valsir vanno in questa direzione consci dell’importanza della razionalizzazione delle risorse. Significativi investimenti sono stati fatti proprio in questa direzione. Ne è un esempio l’importante attività di revamping del reparto stampaggio attraverso la sostituzione di presse oleodinamiche con presse elettriche ad alta efficienza energetica e basso impatto ambientale.

Molteplici sono le azioni intraprese rivolte sia ai collaboratori, tramite piani strutturati di welfare e l’adesione al progetto WHP, sia verso associazioni di volontariato, parrocchie e scuole del territorio.

Nel corso del 2018 l’ente DNV ha rinnovato la certificazione UNI EN ISO 9001, inoltre, sotto il profilo qualitativo, i prodotti Valsir hanno all’attivo oltre 200 certificazioni di qualità.

OLI

OLI nasce dalla partnership tra Oli Portogallo, azienda di eccellenza sul mercato portoghese e Valsir.
Si distingue nel mercato per una gamma prodotti ad alto contenuto di design, vanta infatti collaborazioni con Università e designer di fama mondiale come Alvaro Siza, Souto De Moura e Romano Adolini. A prova i prestigiosi premi assegnati ad alcuni prodotti ideati e realizzati da OLI in questi anni come il German Innovation Award, il premio Design Plus e l’Iconic Awards.

Il bilancio d’esercizio 2018 rileva ricavi di oltre 17.000.000 € ed avvalendosi della collaborazione di 40 collaboratori.
Oli prosegue il percorso di Responsabilità Sociale d’impresa, strada tracciata negli anni precedenti, che viene potenziata con impegno e passione da un team interno tramite azioni volte a sensibilizzare i collaboratori su tematiche economiche, ambientali e sociali, che hanno portato allo sviluppo di un piano integrato di Welfare aziendale al fine di aumentare il benessere dei collaboratori.

La politica energetica ed ambientale perseguita negli anni ha portato inoltre all’importante ottenimento della certificazione ambientale UN EN ISO 14001:2015, a riprova che sostenibilità economica, sociale ed ambientale sono insite nel dna aziendale e che il rafforzamento delle relazioni con i propri stakeholder rappresentino le linee guida da seguire al fine di preservare le risorse naturali e l’ambiente in cui viviamo e che si troveranno le future generazioni.

OLI opera in tre siti produttivi dislocati in Italia, Portogallo, e Russia ed una sede commerciale in Germania, oggi è fornitore di importanti gruppi di ceramisti, inoltre insieme a Valsir è tra i maggiori produttori mondiali di cassette per il risciacquo.
Il bilancio d’esercizio consolidato OLI 2018 rileva ricavi di oltre 67.000.000 € ed avvalendosi della collaborazione di 580 collaboratori distribuiti negli stabilimenti italiani ed esteri.

MARVON

È l’azienda del Gruppo specializzata nei settori dello stampaggio e galvanica, protezione passiva al fuoco, ed è stata la prima nel settore di riferimento ad ottenere la certificazione ambientale ancora nel lontano 2007.

Il bilancio d’esercizio 2018 si chiude in modo soddisfacente, mantenendo i ricavi delle vendite e delle prestazioni in linea con il 2017, per un valore di 8.900.000 € e si avvale della collaborazione di 69 dipendenti.

Confermando l’impegno profuso dal Gruppo Silmar anche Marvon ha intrapreso un percorso di Corporate Social Responsibility che ha portato ad attivare da un lato dei servizi di welfare come assistenza fiscale gratuita, mensa aziendale, contributi alle lavoratrici madri con figli all’asilo, borse di studio per i figli dei collaboratori e dall’altro lato alla redazione del bilancio di sostenibilità.

L’azienda come segno di continuità e presenza costante sul mercato di riferimento mantiene la sua membership in M.A.I.A, associazione d’imprese che operano nei settori dell’installazione e manutenzione di impianti e attrezzature antincendio e di chiusure tecniche, al fine di garantire alti standard qualitativi nel settore della protezione passiva al fuoco e promuovere progetti per lo sviluppo della figura professionale del tecnico manutentore per porte tagliafuoco approvato da Regione Lombardia e promossa in collaborazione con l’Istituto CFP Zanardelli di Brescia.

Marvon vanta nel suo palmares di clienti, nomi prestigiosi della moda, della cosmetica e dell’arredo. Tali brand sono particolarmente sensibili a voler lavorare con aziende sostenibili e che cercano la qualità e l’affidabilità italiana.

ALBA

Dal primo gennaio 2018 Valsir ha acquisito una partecipazione nella società Alba, al fine di sfruttare sinergie industriali e commerciali a livello mondiale.
Presente sul mercato da più di 40 anni, Alba è sempre stata sinonimo di qualità, efficienza ed innovazione.
Fondata dalla famiglia Mari la società inizialmente si occupava di stampaggio conto terzi e produzione stampi per poi avvicinarsi al mondo idrosanitario e divenire in breve tempo uno dei principali produttori di sifoni e pilette per lavelli da cucina.

Il bilancio d’esercizio 2018 rileva ricavi di oltre 15.600.000 € in linea con l’anno precedente, conta 54 collaboratori ed ha fatto investimenti per 1.448.000 euro.
Importanti attività sono state attuate in ambito sostenibilità e welfare dei collaboratori.

Il rinnovo della certificazione del sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro secondo la norma anglosassone BS OHSAS 18001:2007, l’incremento delle ore di formazione in ambito sicurezza, l’assenza di infortuni sul lavoro nel 2018 e l’aver avviato e consolidato la raccolta differenziata dei rifiuti nei reparti e negli uffici sono solo alcune delle attività messe in atto.

Nel 2018 è arrivato un importante certificato di qualità sui prodotti: il “C-UPC Certification” è rilasciato da IAPMO Research and Testing ed è valido per Canada e Stati Uniti. Tale certificazione è tra le più rigorose ed ambite del mondo e sono poche le aziende che sono riuscite ad ottenerla.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID81314 - 26/07/2019 13:41:49 (gino)
Congratulazioni per la tenacia , la passione e l'ambizione che avete ricevuto da una grandissima persona come Silvestro. Azienda dinamica al passo con i tempi ed i mercati sempre attenta alla sicurezza dei collaboratori ed al territorio. Complimenti!


ID81315 - 26/07/2019 15:39:28 (gvx)
SE fare impresa in Italia e' diventato complicato .la competenza serietà abnegazione lungimiranza di questi imprenditori e di questa famiglia dimostra che è ancora possibile ,se purtroppo come avviene spesso nella new finanza e nella new economy ha spinto a smembrare pezzi di paese e aziende importanti sotto le sirene della globalizzazione della selvaggia finanza sopra la politica e il lavoro ..direi che i meriti e gli onori che dovremmo riconoscere a queste eccellenze dovrebbero essere ancora maggiormente esaltati e riconosciuti .tradurre profitti in posti di lavoro , e di riflesso ridistribuirli nel tessuto economico locale in questi tempi e' secondo mio modesto parere un vero atto di eroismo imprenditoriale ..qualità che molti imprenditori nostrani hanno purtroppo dimenticato ---quindi che dire ...chapeau ..capeau vraiment


ID81317 - 26/07/2019 21:17:54 (genpep)
tanto di cappello ai fratelli Niboli che tanto mirabilmente continuano e migliorano l'opera iniziata da tanto padre!!!


ID81323 - 27/07/2019 11:39:13 (Bagosso)
Complimenti alla famiglia Niboli e lunga vita alle loro attivita' imprenditoriali e alla fondamentale occupazione che garantiscono nella nostra Valle Sabbia.


ID81340 - 28/07/2019 16:59:31 (ornella) Congratulazioni
Questi sono i veri "Imprenditori" non quelli che rilevando aziende facevano promesse ma miravano solo ad arricchirsi o ad entrare in Borsa. Complimenti e grazie di cuore per tutto quello che fate per la comunità



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/12/2017 16:15:00
In rete per garantire salute In AIB, durante l’incontro di fine anno sul WHP, le aziende di SILMAR GROUP: Fondital, Raffmetal, Valsir, Oli e Marvon sono state premiate come “Aziende che Promuovono la Salute”

30/10/2017 09:05:00
Silmar La grande festa andata in scena nei giorni scorsi all’interno dello stabilimento Valsir di Vobarno è stata anche l’occasione per presentare ufficialmente il marchio Silmar

22/12/2017 20:45:00
Addio al creatore di Silmar Group Silvestro Niboli si è spento attorniato dall’amore e dalla cura della moglie Margherita e dei suoi  sette figli. L'intera valle Sabbia è in lutto. Pubblichiamo volentieri il comunicato stampa rilasciato dall'azienda


09/08/2018 16:00:00
Tempo di bilanci per Silmar Tra le novità riguardanti le aziende della holding, anche uno sguardo sul mercato russo con la realizzazione, a Lipetsk, di un nuovo stabilimento Fondital 

24/10/2018 12:00:00
Tecnici per l'Industria 4.0 Un’occasione di crescita e di apprendere nuove competenze sia per studenti sia per insegnanti la collaborazione fra il Cfp Scar di Roè Volciano e le aziende Raffmetal e Fondital del gruppo valsabbino Silmar. VIDEO




Altre da Vestone
25/02/2020

I 28 di Roberta

Tantissimi auguri a Roberta di Vestone che proprio oggi, martedì 25 febbraio, compie i suoi splendidi 28 anni

22/02/2020

Cristian e Mara oggi sposi

Tante congratulazioni a Cristian e Mara di Mocenigo di Vestone che proprio oggi, sabato 22 febbraio, convolano a nozze


21/02/2020

Manovra errata

Esce da un piazza senza accorgersi che sta arrivando un camion e gli finisce addosso. Tanta paura per una donna di 82 anni, di Vestone. Per fortuna nessuna conseguenza fisica


 

15/02/2020

Mancata precedenza

Tanta paura, per fortuna nessun danno alle persone coinvolte, anche se in un primo momento sembrava si fosse ferito un ragazzino di 10 anni

13/02/2020

Per una storia della Resistenza

Sarà presentato nella sede della Comunità montana di Valle Sabbia il volume che raccoglie le più recenti riflessioni sulla Resistenza in Valle Sabbia. Un impegno assunto da un Centro studi appositamente fondato

13/02/2020

85 candeline per Attilia

Tantissimi auguri ad Attilia Sarasini di Vestone che proprio oggi, giovedì 13 febbraio, festeggia i suoi 85 anni

12/02/2020

Esercitazione di autosoccorso in valanga

I ragazzi più grandi dell’Alpinismo Giovanile del Cai di Vestone a malga Pissisidol a Bagolino per apprendere le tecniche di comportamento sulla neve

10/02/2020

Ciao Dino

Si è spento nella nottata il reduce più anziano della seconda guerra mondiale, residente nel Comune di Vestone, Giovanni Candido Marchesi conosciuto da tutti con il nome Dino

08/02/2020

Cade dalla scala, via in elicottero

Questa mattina a Vestone un anziano è stato trasportato in codice rosso al Civile di Brescia in elicottero dopo essere precipitato da una scala

08/02/2020

Cappa e Sbaraini in mostra a Vestone

Verrà inaugurata nel pomeriggio presso gli spazi dell’Associazione “Via Glisenti 43” di Vestone l’esposizione del vestonese Mario Cappa e del gardesano Umberto Sbaraini


Eventi

<<Febbraio 2020>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia