Skin ADV
Sabato 15 Dicembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    










13.12.2018 Vobarno

15.12.2018 Barghe

13.12.2018 Sabbio Chiese

15.12.2018 Idro

14.12.2018 Vestone Salò

14.12.2018 Barghe Odolo Treviso Bs Mura Capovalle Paitone Valsabbia

13.12.2018 Salò

15.12.2018 Idro Valsabbia

13.12.2018 Agnosine

15.12.2018 Vobarno Salò






20 Marzo 2018, 07.36
Vobarno
Territorio

«C'è mancato davvero poco»

di val.
Un masso di tre tonnellate è rotolato a valle passando a pochi metri dal muso di una Panda, lungo la strada che da Vobarno porta in Degagna e poi a Eno. Tanta paura, tutti salvi

«Quando ho visto quel masso scendere dalla scarpata ho frenato, ma intanto pensavo già di esserci finito sotto. Invece ha picchiato sull’asfalto a meno di dieci metri, ha sfondato il guard-rail ed è finito dritto nell’Agna dopo un salto di una cinquantina di metri.
Solo a pensarci mi tremano ancora le gambe. Siamo stati miracolati».

Così Giorgio Romani, dirigente scolastico in pensione, che sulla sua Panda e con la moglie Carla a fianco, sabato scorso stava scendendo lungo la Comunale che unisce Eno e la Degagna al capoluogo Vobarno.

Erano le 9:30 del mattino, si erano da poco lasciati alle spalle l’abitato di Rango e dietro di loro viaggiava con la sua auto un’altra persona, spaventata quanto Giorgio e la moglie, per quanto era accaduto davanti ai loro occhi.

E dietro al pietrone, uno sciame di sassi alcuni dei quali capaci a loro volta di danneggiare seriamente un’auto. Ai malcapitati non è rimasto altro da fare che spostare alcune pietre dalla sede stradale e proseguire il viaggio.
«La percorriamo quasi tutti i giorni quella strada, ci è capitato ancora di vedere qualche sasso più giù, al Mulino, lì mai» ha aggiunto il Romani.

«Il masso precipitato nell’Agna peserà almeno tre tonnellate» conferma Bertuccio Vedovelli, il capo della Protezione civile vobarnese.
E’ toccato a lui e a uno dei suoi, dopo l’intervento sul posto dei vigili del fuoco salodiani e degli agenti della Locale di Vobarno, risalire la parete scoscesa e cercare di capire fra i rovi se ci fossero altri pietroni in agguato.

«Che possano scendere subito sembra non ce ne siano, ma la zona ha certo bisogno di una bella ripulita» questo il suo parere, così l’arteria, l’unica per arrivare da quelle parti senza fare il giro da Treviso Bresciano o da Capovalle, non è stata chiusa.

«Bisognerà che prevediamo di accantonare ogni anno delle risorse e un po’ alla volta risanare le scarpate che sovrastano la strada» così l’assessore vobarnese alla Sicurezza Giuseppe Ferrari.

.in foto: un paio di massi che facaveano parte dello "sciame"; il solco lasciato dal pietrone, l'impatto sull'asfalto e contro il guard-rail; il masso sul greto dell'Agna.


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Commenti:

ID75569 - 20/03/2018 09:08:22 (Iva) un vero miracolo
veramente sono dei miracolati perchè con quel masso non c'era scampo, meno male


ID75572 - 20/03/2018 10:29:52 (genpep)
con lo stesso metro della Vestone Treviso Bresciano (chiusa da 9 mesi per la caduta di una pianta secca pericolante da anni) bisogner chiudere la strada per almeno 10 anni....



Aggiungi commento:

Titolo o firma:

risposta a:

Commento: (*) ()





Vedi anche
27/03/2016 08:48:00
Quel masso non fa più paura E' stato fatto brillare venerdì scorso il masso che insisteva sulla Provinciale a Cesane di Provaglio Valsabbia


02/09/2018 07:00:00
Riaperta la strada dopo la frana Dopo le operazioni di disgaggio del versante, è stata riaperta alla circolazione sulla “vecchia” Provinciale di Bagolino

10/02/2016 08:27:00
Un pulmino per Teglie Si prolungherà per almeno due settimane il disagio degli abitanti delle frazioni Moglia e Teglie di Vobarno a causa della frana di sabato scorso. Ci vorrà di più ancora per "La Roccia", Valsir ed ex Provinciale IV


16/02/2016 11:45:00
Elicottero al lavoro Prosegue l'intervento sulla parete rocciosa del "Sengol", a Vobarno, nel tentativo di riaprire al più presto almeno la strada che sale a Teglie


06/11/2014 07:14:00
Piove... e frana Il maltempo di queste ore comincia a fare danni. A causa di una frana, ieri sera è stata chiusa al traffico la stra che da Eno sale al Cavallino della Fobbia




Altre da Vobarno
15/12/2018

Cena di Natale per i collaboratori della Clinica Santa Maria

Lo scorso giovedì sera, presso il ristorante Cascina San Zago di Salò, si è svolta la tradizionale cena di Natale con i dipendenti e i collaboratori della clinica Santa Maria di Vobarno 

14/12/2018

«L'è naa zó de co!»

Nell’ambito della stagione teatrale vobarnese, debutta questo sabato al teatro comunale la nuova commedia brillante della compagnia teatrale “Il Risveglio” di Vobarno

13/12/2018

La volpe perde il pelo...

Il lumezzanese di 68 anni finito nei guai per bracconaggio solo due settimane fa è stato sorpreo nello stesso posto, il Monte Foranetto a Vobarno, impegnato nella medesima attività, questa volta con un compare diverso


12/12/2018

Aspettando Santa Lucia

La Santa più amata dai bambini farà tappa, nella giornata di oggi – 12 dicembre – in diversi paesi valsabbini. Non mancheranno, come da tradizione, tè, vin brulè, cioccolata calda e piccoli doni  

11/12/2018

Ottima prova per la Polisportiva Vobarno

Le valsabbine hanno battuto per 3 a 2 le atlete del Volley Villongo affrontando una partita lunga e difficile 

11/12/2018

Autonomia? Fino a che punto?

Sul tema dei Cda delle Onlus, messo in evidenza dal "caso" della "La Memoria" di Gavardo, dice la sua anche Ernesto Cadenelli
(1)

09/12/2018

Per i più piccoli arriva «Gnomo Nasone»

La stagione teatrale vobarnese propone per questa domenica pomeriggio uno spettacolo teatrale per bambini con la compagnia «Il Nodo Teatro»

06/12/2018

Riconoscimenti agli studenti meritevoli

Borse di studio per gli studenti della scuola secondaria di 2° grado e riconoscimenti ufficiali per i laureati saranno consegnati questo venerdì sera al Teatro Comunale dall’amministrazione comunale di Vobarno

06/12/2018

Il lavoro oggi e domani

Si è concluso alle Medie di Villanuova sul Clisi, il tour di tre serate organizzato dal Comitato di zona Aib Garda e Valle Sabbia in altrettante scuole

05/12/2018

Fa freddo, in classe non ci si può stare

Centinaia di studenti sono rimasti fuori dalle aule all’Itis Perlasca di Vobarno, dove da giorni molti caloriferi sono inesorabilmente freddi (3)



Eventi

<<Dicembre 2018>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia