Skin ADV
Lunedì 24 Luglio 2017
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    




22.07.2017 Preseglie

22.07.2017 Roè Volciano

23.07.2017 Valtenesi

23.07.2017 Bagolino

23.07.2017 Provincia

24.07.2017 Idro Anfo

23.07.2017 Casto Barghe

23.07.2017 Preseglie

22.07.2017 Vobarno Valsabbia

22.07.2017 Muscoline






03 Maggio 2017, 11.38
Vobarno Valsabbia Garda Valtenesi
Poliambulatorio Santa Maria

Il tuo è un bimbo di «poche parole?»: chiedi un consiglio

di Marialuisa Ruggeri
Una buona valutazione logopedica può avvenire già ad un’età precoce e spesso permette di prevenire la formazione di un vero e proprio "disturbo del linguiaggio". Rivolgiti agli esperti

Ogni bambino ha i suoi tempi nell’affrontare le diverse tappe di crescita: c’è chi impara prima a camminare, chi prima a parlare e c’è chi, all’età di due anni, ancora non dice una parolina.
Ogni genitore aspetta con trepidazione le prime parole del proprio bambino; a volte queste tendono a tardare o ad essere poche, rispetto a quelle prodotte dai suoi coetanei. 

Al di là della variabilità esistente per ogni bambino,
il linguaggio è un percorso con delle tappe: tra i 6-9 mesi la comunicazione è fatta da gesti, sillabe ripetute, come pa pa pa; a 9-12 mesi compaiono le prime sequenze di sillabe, più simili alle parole e compare il gesto dell’indicare.
Il linguaggio nei mesi successivi si arricchisce sempre più di parole fino che si assiste ad una vera e propria “esplosione” del vocabolario intorno ai 16-20 mesi, che si accompagna con le prime piccole frasi. 

È frequente osservare nel mio lavoro
genitori che hanno una certa titubanza nel rivolgersi alla Logopedista, rimandando la valutazione del linguaggio del loro bambino perché giudicato troppo piccolo o “non pronto”.
Succede a volte che genitori preoccupati quando rivolgono il loro dubbio all’esterno della famiglia, si sentano rispondere di non preoccuparsi, che è troppo presto e che ogni bimbo ha i propri tempi.

Ma quale è la maturità che si sta attendendo per richiedere una prima valutazione?
Una buona valutazione logopedica può avvenire già ad un’età precoce e terrà necessariamente conto non solo del grado di sviluppo comunicativo-linguistico del bambino, ma anche di altri importanti aspetti maturativi per l’età.
Ciò consente di individuare i cosiddetti “parlatori tardivi”, ovvero quei bimbi che se, non adeguatamente stimolati e supportati, potrebbero sviluppare un vero e proprio Disturbo di Linguaggio, di cui soffre il 3% della popolazione.

La tempestività dell’intervento è essenziale per evitare di dover affrontare situazioni più complesse in futuro; garantisce inoltre risultati migliori in tempi di trattamento più brevi, evitando che aumenti sempre di più il divario con i coetanei e che si instauri una sofferenza nel bambino che non può esprimersi come vorrebbe.
Una sofferenza che potrebbe portare ad una chiusura in se stessi e a una rinuncia a comunicare, o che potrebbe diventare rabbia e quindi generare comportamenti oppositivi e provocatori.

A tutto ciò si aggiunge che un bambino con Disturbo di Linguaggio non seguito avrà il 30-40% in più di probabilità di sviluppare, quando andrà a scuola, un disturbo dell’apprendimento, come la Dislessia.

Nel frattempo, cosa può fare un genitore per favorire al meglio lo sviluppo del linguaggio del proprio bambino?
Essi devono diventare dei “facilitatori” del linguaggio: prediligere un ritmo lento, conversare faccia a faccia, portandosi al suo livello e guardandosi negli occhi, rispettare i turni comunicativi.

Ridurre inoltre la lunghezza generale delle frasi
sono degli importanti aiuti che possiamo fornire ad un bambino il cui linguaggio stenta a partire.
Anche l’utilizzo del linguaggio del corpo risulta molto importante: accompagnare le parole con i gesti e le espressioni facciali arricchiranno il linguaggio con tante informazioni supplementari molto preziose per il bambino.

A cura dott.ssa Marialuisa Ruggeri logopedista poliambulatorio santa Maria 
Poliambulatorio Santa Maria

Invia a un amico Visualizza per la stampa






Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
05/02/2017 17:00:00
Psicogeriatria per la Valsabbia Un servizio rivolto all’adulto che invecchia: prevenzione, promozione e cura dell’invecchiamento patologico. Per il mede di febbraio, al Santa Maria, screeneng gratuiti

13/07/2017 16:37:00
Il colesterolo, nemico subdolo Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte nei Paesi industrializzati

29/11/2016 15:33:00
Corsi di accompagnamento alla nascita Da gennaio 2017 le donne in gravidanza potranno partecipare ai CAN (Corsi ci accompagnamento alla nascita) anche al Poliambulatorio Santa Maria. Ecco perchè è importante fare questo percorso

24/01/2017 15:45:00
Dopo le grandi abbuffate… facciamo un controllo Il periodo natalizio da sempre rappresenta una vera e propria sfida alla nostra “linea” e più in generale al nostro desiderio di mantenere un buono stato di salute

31/05/2017 06:30:00
Un bresciano ai vertici Sidemast Il prof. Piergiacomo Calzavara-Pinton, Primario al Civile di Brescia e primo dermatologo al Poliambulatorio Santa Maria di Vobarno, nei giorni scorsi è stato nominato presidente di SIDeMaST



Altre da Valsabbia
24/07/2017

Alta Valle Sabbia Soccorso

Così si chiama il nuovo gruppo di volontari dell'ambulanza di Ponte Caffaro... che poi è sempre lo stesso

22/07/2017

Cura la cataratta

Torna a vedere i colori della vita! Ai tuoi occhi non sfuggira’ piu’ un dettaglio

21/07/2017

Scossa sul Garda

Alle 19:03 di questo venerdì, i sismografi hanno registrato una scossa di magnitudo 3.6 con epicentro nell'area fra Toscolano e Gargnano a 2 km di profondità (2)

21/07/2017

Radiomobile o Radiotaxi?

Ubriaco, si presenta dopo la mezzanotte ai cancelli della caserma: «Sono agli arresti domiciliari, riportatemi a casa», la curiosa richiesta (16)

21/07/2017

Appuntamenti del weekend

Ricco programma di eventi, spettacoli e concerti per questo fine settimana in Valle Sabbia, sul Garda, a Brescia e in provincia

19/07/2017

Lieve calo della popolazione Valsabbina

Analizzando i dati Istat sulla popolazione, nell’arco del 2016 si evince un lieve calo dei residenti nei Comuni della Valle Sabbia, proseguendo il trend in diminuzione degli ultimi anni

19/07/2017

Sanità e ospedale, un confronto col Pd

Il tema della riforma sanitaria regionale e le ricadute sul territorio, Ospedale di Gavardo compreso, al centro di un incontro organizzato questo venerdì sera a Gavardo dal Partito Democratico della Valle Sabbia con amministratori, medici e sindacati

17/07/2017

Casa Londra 2017: pronti, partenza, via!

Il racconto dei primi ragazzi partiti con Casa Londra, l’iniziativa della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella volta a favorire l’esperienza all’estero per i giovani del nostro territorio (1)

15/07/2017

In cammino e di corsa per la Vita

Ha fatto tappa domenica scorsa anche a Vallio Terme la Marcia della solidarietà promossa dall’Aido provinciale "Su e giù per la Valsabbia e la Valtenesi"

14/07/2017

«Per fugare ogni dubbio»

In merito all'articolo "La Memoria, fra gioie e dolori" da noi pubblicato nei giorni scorsi, ecco le risposte del direttore generale dell'ASSST del Garda Peter Assembergs. Lo ringraziamo per la puntualità, la competenza e la completezza  (1)

Eventi

<<Luglio 2017>>
LMMGVSD
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Giudicarie
  • Storo
  • Provincia