Skin ADV
Venerdì 03 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 
    

MAGAZINE


LANDSCAPE


Lago d'Idro

Lago d'Idro

by mf



01.04.2020

02.04.2020 Vestone

01.04.2020 Gavardo Valsabbia

01.04.2020 Salò Garda

01.04.2020 Gavardo Valsabbia Garda

02.04.2020 Pertica Bassa

02.04.2020 Sabbio Chiese Valsabbia

02.04.2020 Valsabbia Provincia

01.04.2020 Gavardo Valsabbia Provincia

01.04.2020 Gavardo



02 Aprile 2020, 15.10
Valsabbia
L'opinione

Le urgenze sono tante, serve gioco di squadra

di Ernesto Cadenelli
Passano i giorni di questa quarantena forzata e si cominciano a vedere parecchie problematiche che emergono in tutta lo loro crudezza

C’è chi vorrebbe approffittare di questa situazione per portare a casa un ennesimo condono fiscale, non ponendosi minimamente il problema che, in un Paese in forte difficoltà e a produzione di ricchezza quasi pari a zero, bisognerà invece pagare tutti le tasse, sopratutto chi non l’ha quasi mai fatto.

Lavoratori e pensionati non possono sostenere l’urto della spesa sociale a partire da quella sanitaria da soli. 
Giusto dilazionare nel tempo le scadenze, giusto fornire aiuti anche alle imprese o al lavoro autonomo, ma cancellare la partecipazione alle spese del welfare no.

Al ritmo di 100 miliardi di evasione fiscale all’anno, in dieci anni allo Stato sono mancati almeno 1000 miliardi coi quali si sarebbe potuto potenziare la sanità, la ricerca e l’istruzione oltre che fare investimenti in opere strutturali. 
Questi demagoghi chi credono di incantare! Soffiare sulla tensione, paura e preoccupazione della gente, rinchiusa in casa, spesso colpita negli affetti, è da irresponsabili.

Invece avremmo bisogno che, ognuno nel proprio ruolo e ad ogni livello istituzionale, desse il massimo di collaborazione e avanzi proposte che siano praticabili concretamente.

Acquisito che dovremo restare in casa ancora per un po', ed è bene che anche gli ultimi ribelli la capiscano, ci sono questioni che devono essere affrontate con sollecitudine, poiché ogni giorno si aggravano.
Su alcune i Comuni Valsabbini dovrebbero mettersi insieme e fare massa d’urto, prima che succeda un disastro ancor più grave. Non mi metterò a interpretare i numeri della malattia coi quali ci inondano in continuazione, ci sono già troppi esperti, ma accanto ai piccoli segnali positivi, si intravvedono situazioni che potrebbero esplodere a breve.

Penso alle Case di Riposo, sotto pressione ovunque, con tassi di contagio e mortalità elevata.
Il dramma riguarda in primis gli ospiti e i loro familiari. Ma sullo stesso piano c’è la condizione del personale che assiste, medici infermieri e assistenti.
Eroici i dipendenti di Vobarno che hanno deciso di accamparsi per evitare ulteriori aggravamenti della situazione, ma fino a quando potrà durare?

Turni pesanti e permanenza di 24 ore su 24 in struttura, non sono assolutamente da invidiare.
Negli ospedali, se pur dopo giorni pesantissimi qualche rinforzo è arrivato (italiani di altre regioni, cinesi, albanesi, cubani, polacchi), nelle RSA no. Temo che forse il problema è ancora troppo sottovalutato.

Per questo sarebbe importante un coordinamento delle strutture valligiane, monitorare lo stato dell’arte e i bisogni, per poi insieme Comunità Montana, Comuni e Rsa premere sull’Azienda Sanitaria e sulla Regione Lombardia per avere aiuti concreti di mezzi (materiale protettivo) e uomini/donne per implementare l’organico. Il rischio concreto che si corre è l’abbassamento della qualità dei servizi alla persona. La Regione in particolare è da anni che non aumenta la spesa procapite per l’assistenza in RSA.

Se si ferma il personale, perché va in tilt o perché positivo al virus, sarà impossibile garantire l’assistenza dovuta agli ospiti. Allora sì che scatterebbe il si salvi chi può, considerando anche le fragilità che spesso accompagnano queste persone.
L’altro tema è relativo a questo primo stanziamento che il Governo ha fatto per l’emergenza alimentare di chi non ce la fa, da spendere nelle prossime tre/quattro settimane.

Criteri, quantità, modalità di distribuzione e informazione capillare sono da definire nei singoli Comuni.
Io credo, che pur nel rispetto delle singole autonomie (senza esagerare però!), un’azione coordinata da Comunità Montana per rendere omogeneo l’intervento in tutti i Comuni, sarebbe opportuna e aiuterebbe le singole comunità ad assumere comportamenti condivisi e solidali, evitando che ognuno guardi nell’orto del vicino.

Del resto, in passato, esperienze in questo senso erano state praticate.
Ricordo i buoni regionali per gli anziani o i buoni famiglia, rispetto ai quali addirittura si era arrivati ad una lista di Valle coordinata da Valle Sabbia Solidale.

Ci si è messi insieme per la raccolta dei rifiuti, potrebbe valere anche in questa emergenza. Inoltre riterrei fondamentale che si coordini la rete delle associazioni e singoli che possono sicuramente aiutare i Comuni a raggiungere l’obiettivo. Perchè anche in questo caso il rischio di aiutare i furbetti è presente (già visto) e solo chi opera sul territorio può dare valido aiuto ai Servizi Sociali Comunali o di Valle.

Non affidiamoci solo alle domande online perché probabilmente chi è fragile non dispone di questa possibilità.
Queste sono le due questioni grosse che abbiamo davanti nell’immediato.

Insieme ce la possiamo fare, ma per favore qualcuno, giochi questa partita da capitano della squadra.

Vobarno 2 aprile 2020
Ernesto Cadenelli

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG









Vedi anche
03/11/2018 16:05:00
Il gioco delle tre campanelle Anni fa, sarà capitato anche a molti di voi di fermarsi a un autogrill e vedere un capannello di persone attorno a un banchettino, dove un burattinaio invitava a puntare soldi con vincite sicure per chi indovinava sotto quale campanella fosse nascosta la pallina

03/03/2020 10:49:00
Primi valsabbini in quarantena Dopo il contagio di un impiegato di un’azienda di Bione 15 colleghi, alcuni residenti in Comuni valsabbini e altri nei paesi limitrofi, si sono messi in quarantena volontaria a casa propria


27/05/2015 07:19:00
Beppe Grillo, l'Eni e la mammografia come ideologia... È di pochi giorni fa la polemica, tutta giornalistica, sulle frasi dette da Beppe Grillo nei confronti di Veronesi, il famoso oncologo, per le mammografie e loro uso ed abuso

25/05/2008 00:00:00
Il vicino Rom Dal punto di vista dei numeri, non c’è ragione di lamentare invasioni di rom e sinti nel nostro paese. Piuttosto sono assai problematiche le politiche adottate per la gestione di queste minoranze.
L'opinione di Maurizio Ambrosini.

26/05/2015 07:27:00
Di «Pievi» ce ne sono tante: come mai? È noto a tutti che “la Pieve” è la frazione storica di ogni comune. Di “Pievi” dunque ce ne sono tante, in tutta Italia e non solo



Altre da Politica e Territorio
02/04/2020

Canoni idrici, quota più alta per la montagna lombarda

Pirellone approva modalità di assegnazione derivazioni idroelettriche. Massardi (Lega): “Resa giustizia ai territori di montagna, con l'obiettivo di trattenere più risorse possibile in loco”

02/04/2020

Uova di cioccolata e mascherine per Pasqua

È l’omaggio pensato dall’Amministrazione comunale di Lavenone con l’aiuto delle associazioni del paese per i bambini e gli anziani


02/04/2020

Conte proroga le restrizioni fino a Pasquetta

In una conferenza stampa da Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio ha comunicato che le restrizioni continueranno fino al 13 aprile, poi comincerà la fase 2 con aperture graduali


01/04/2020

L'Ato chiede di sospendere il Tavolo di lavoro

La richiesta è stata indirizzata al Ministero dell’Ambiente dal presidente dell’Ato di Brescia Aldo Boifava, sulla scia delle proteste dei sindaci del Chiese, impegnati a 360 gradi nella gestione dell’emergenza sanitaria

01/04/2020

Nuova data per la Fiera di Gavardo

A causa del protrarsi dell’emergenza coronavirus, la manifestazione fieristica gavardese e valsabbina sarà spostata a settembre

01/04/2020

Contingente interforze in aiuto agli ospedali di Asst Garda

Medici e personale sanitario militare operano da questo martedì nelle strutture ospedaliere di Desenzano, Lonato, Gavardo, Leno e Manerbio

01/04/2020

Maggioranza di Gavardo: «Polemica assurda e strumentale»

Dal gruppo consigliare “Insieme per Gavardo”, a stretto giro, giunge la risposta al comunicato della minoranza sottoforma di lettera ai gavardesi. La pubblichiamo

31/03/2020

Girelli, dura critica all'operato della Regione

Il consigliere valsabbino del Pd oggi nella seduta del Consiglio regionale: "Serve cabina di regia per cambiare strategia. A dispetto delle dichiarazioni, nel mondo la Lombardia è il caso pilota da non seguire"

31/03/2020

Minoranza di Gavardo contro il sindaco: «Dichiarazioni inopportune»

Il Gruppo Centrodestra "Gavardo Ideale" con un lungo comunicato critica l’operato del primo cittadino nella gestione dell’emergenza. Lo pubblichiamo

31/03/2020

L'Italia in lutto si è fermata a mezzogiorno

Anche i sindaci della Valle Sabbia oggi a mezzogiorno hanno osservato un minuto di silenzio davanti alla bandiera a mezz’asta in ricordo delle vittime della pandemia
• Galleria fotografica


Eventi

<<Aprile 2020>>
LMMGVSD
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930



  • Valsabbia
  • Agnosine
  • Anfo
  • Bagolino
  • Barghe
  • Bione
  • Capovalle
  • Casto
  • Gavardo
  • Idro
  • Lavenone
  • Mura
  • Odolo
  • Paitone
  • Pertica Alta
  • Pertica Bassa
  • Preseglie
  • Prevalle
  • Provaglio VS
  • Roè Volciano
  • Sabbio Chiese
  • Serle
  • Treviso Bs
  • Vallio Terme
  • Vestone
  • Villanuova s/C
  • Vobarno

  • Valtenesi
  • Muscoline
  • Garda
  • Salò
  • Val del Chiese
  • Storo
  • Provincia